Parte ‘Sturno Sogna’: educare le nuove generazioni anche divertendole

29 giugno 2005

Sturno – Partirà domani per concludersi il 25 agosto la VI Rassegna Cinematografica per i giovani ‘Sturno Sogna 2005’, appuntamento irrinunciabile con lo svago e con la cultura. La rilevanza della manifestazione ha da tempo valicato i limiti della provincia di Avellino e si appresta a diventare di interesse interregionale perché realizza, in un territorio di straordinaria bellezza ma privo di importanti eventi cinematografici, del cinema formativo con pellicole che dibattono problemi quali la famiglia, il disagio giovanile, la partecipazione dei ragazzi alla vita sociale e politica della città. Ma ‘Sturno Sogna’ non è caratterizzato solo dalla ricerca di un ottimo cinema quanto da una incredibile apertura di orizzonti che trasforma piazza e strade in animati palcoscenici dove le famiglie hanno la possibilità di trascorrere piacevoli momenti di aggregazione. La VI edizione della Rassegna, promossa dal Comune di Sturno e come sempre affidata alla direzione artistica di Loreta Di Ciara, vede protagoniste varie pellicole, tutte di estremo interesse. Ha ricevuto, inoltre, una sovvenzione dalla Direzione Generale Cinema-Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Il primo film in programma è ‘Il Mistero dei Templari’ che alla tradizionale formula della ‘caccia al tesoro’ unisce riferimenti alla storia democratica americana. Il protagonista, ultimo di una generazione di ricercatori sulle orme del leggendario tesoro dei templari, scopre che la mappa risolutiva del mistero è nascosta dietro la Dichiarazione d’Indipendenza. La stessa notizia giunge a conoscenza del suo avversario.
“Siamo, come si vede, nel più puro stile d’evasione cinematografica – commenta il direttore artistico – Gli agganci con la storia americana e con temi quale quello della massoneria sono sempre importanti perché utili ad educare le nuove generazioni anche divertendole”.