Parco del Partenio, un cittadino: “Via i rifiuti dal massiccio”

9 dicembre 2011

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Riccardo Adiletta, un escursionista irpino che denuncia lo stato di abbandono del Parco del Partenio, il cui massiccio è invaso di cumuli di rifiuti.

“Salve, mi chiamo Riccardo Adiletta ed essendo appassionato di escursionismo mi capita di svolgere delle passeggiate nel territorio montano dell’avellinese. Lungo alcuni dei sentieri che attraversano i boschi del Parco del Partenio vengono abbandonati una quantità non indifferente di rifiuti che fanno orrenda mostra di sè. Accanto alle carrareccie (troppe) che serpeggiano all’interno del Massiccio, è stato abbandonato di tutto: migliaia di bottiglie di plastica, taniche di plastica, lattine, bottiglie, pneumatici, carcasse di elettrodomestici, tanto per citare gli “articoli” più ricorrenti Ho inviato delle foto ad alcuni Enti che dovrebbero/potrebbero agire per eliminare tale sconcio ma credo che dal balletto di reciproche competenze non se ne esca vivi. Forse se qualche organo di stampa desse risalto alla questione, la cosa potrebbe ricevere una smossa utile alla risoluzione dell’inconveniente. Ad ognuna delle mail è legata una foto e nel testo indicherò la località di riferimento. Spero che possiate dare il giusto risalto ad un fenomeno che dimostra fino a dove si spinge il degrado ambientale nel territorio e la scarsa tutela a cui è sottoposto il patrimonio naturalistico dell’Irpinia. La foto in allegato è stata scattata dalla sterrata che dal ripetitore presso valico Monteforte Irpino conduce verso le località Acqua Fidia, Campo di Spina, Le Melelle, Fonte San Giovanni (Sentiero n° 214 del Club Alpino Italiano, sezione di Avellino)”.