Parco del Partenio: raduno di giovani a Toppo del Monaco. “Facciamo amare e rispettare l’Irpinia”

Parco del Partenio: raduno di giovani a Toppo del Monaco. “Facciamo amare e rispettare l’Irpinia”

1 Luglio 2020

Sport ed educazione ambientale all’aria aperta. Il Parco regionale del Partenio si appresta ad ospitare un vero e proprio raduno estivo dedicato ai monti dell’Irpinia con ragazzi, e non solo, provenienti da tutta la Campania, nel pieno rispetto, ovviamente, delle normative anti-contagio.

A metà agosto, l’happening e le giornate di studio si svolgeranno presso “Rifugio Toppo del Monaco” di Pietrastornina, una vera meraviglia ed eccellenza della provincia di Avellino: è oramai attivo da due anni ed è immerso in uno spettacolare faggeto. E’ situato a 1.160 mt. s.l.m. ed a poca distanza dell’oasi WWF e dalla Sorgente dell’acqua delle Vene. Sarà possibile fare meravigliose passeggiate immersi nella natura su sentieri dedicati, grazie anche alla collaborazione tra il Parco e Irpinia Trekking. Svariate saranno le attività organizzate durante la “full immersion” di agosto: Tai Chi, yoga, osservazione astronomica, ginnastica dolce, trekking, Nordic walking, tornei di giochi delle carte, scacchi e tanti sport all’aria aperta.

Da Toppo del Monaco, inoltre, partono svariati sentieri di varia difficoltà. Ad esempio il sentiero storico religioso che conduce ai ruderi del santuario dell’Incoronata (1500) e alcuni naturalistici, uno dei quali, attraverso una faggeta, porta a Toppa Reviezzo da cui si può ammirare tutto il golfo di Sorrento e di Napoli.

“Toppo del Monaco è uno spettacolo della natura, uno dei tanti del Parco del Partenio”, afferma Francesco Iovino, presidente dell’ente regionale che ha sede a Summonte. “A metà agosto apriremo le sue porte a tutta la regione per più giorni, puntando molto sulla formazione e sull’educazione ambientale dei giovani. Vogliamo far conoscere loro le nostre ricchezze e vogliamo fare in modo che le amino e le tutelino”.

“Come più volte affermato – prosegue Iovino – quest’anno l’Irpinia può essere un punto catalizzatore per il turismo lento. Noi, come Parco del Partenio, proviamo a fare la nostra parte, promuovendo, grazie ad Irpinia Trekking, posti meravigliosi. La ripresa della provincia di Avellino può partire anche da qui”.