Parco del Partenio – Investimenti: dalla Regione per 5 milioni di euro

19 settembre 2005

Il Parco Regionale del Partenio ha reso noto il programma dell’attività di assistenza alle piccole imprese beneficiarie dei fondi della misura 1.10 del Por Campania inclusi nel Progetto Integrato del Parco per un importo complessivo di 4.869.178,00 euro. Sono previsti, al momento, tre workshop di informazione ed orientamento secondo il seguente calendario;

29 settembre 2005 – ore 15.30 – Sede del Parco del Partenio – Summonte (AV)
11 ottobre 2005 – ore 15.30 – Sede della Comunità Montana Vallo di Lauro e Baianese – Quadrelle (AV)
18 ottobre 2005 – ore 15.30 – Sede del Comune di Paolisi (BN)

Inoltre sarà istituito uno sportello presso la sede del Parco con la presenza di un Commercialista del FORMEZ per fornIre la necessaria assistenza agli imprenditori privati operanti nei settori dell’artigianato, del commercio, dei servizi e del turismo. Abbiamo pubblicato i bando sul sito istituzionale del Parco (www.parcopartenio.it) – commenta il Presidente Ing. Gianvito Bello – anticipando l’uscita ufficiale sul Bollettino della Regione Campania, per diffonderne i contenuti quanto prima e per raggiungere il maggior numero di operatori privati, viste le scadenze così ravvicinate quanto meno quelle della prima tornata di finanziamenti (30 settembre per l’artigianato, commercio, servizi e 31 ottobre per la piccola ricettività turistica). La tempestività e la capillarità con la quale si forniscono notizie e si garantisce assistenza tecnico-amministrativa sono capisaldi essenziali per il raggiungimento degli obiettivi che ci siamo prefissati; in qualità di Ente Capofila del progetto Integrato del Parco. Per questo motivo ci siamo mobilitati immediatamente, non appena ci è stato inviato il bando dalla Regione ed abbiamo concertato una serie di iniziative in tutto il territorio del Parco e che culmineranno nell’organizzazione di un importante tavola rotonda sul tema dei regimi di aiuto previsti dal POR CAMPANIA. Lo scopo è quello di consentire al cittadino-beneficiario di raffrontarsi direttamente con i redattori dei bandi pubblici affinchè le proprie esigenze, così rappresentate, possano trovare riscontro nei testi dei bandi stessi. Vale a titolo di esempio il lavoro svolto dal Tavolo Istituzionale di Concertazione allargato al partenariato sociale del Partenio che ha fatto si che i bandi della misura 1.10 consentissero che gli interventi del privati avessero luogo in tutto il territorio dei comuni inclusi nella perimetrazione del Parco e non già esclusivamente nelle aree perimetrate. I nostri sforzi sono concentrati nell’incentivare soprattutto le iniziative private nel nostro vasto territorio, comprendente comuni principalmente del beneventano e dell’avellinese perché nella scia degli interventi pubblici già finanziati e che mirano all’incremento dell’offerta turistica, si possa realizzare uno sviluppo durevole che investa il commercio, l’artigianato, il settore dei servizi e la piccola. ricettività”