Parcheggio Asl di Atripalda, è scontro sulle tariffe

Parcheggio Asl di Atripalda, è scontro sulle tariffe

1 ottobre 2018

Si accende lo scontro sulle tariffe del parcheggio Asl di Atrialda. Il sindaco di Atripalda Giuseppe Spagnuolo, affiancato dall’assessore Mirkop Musto, si è confrontato con il movimento politico “Primavera Irpinia”, rappresentato dal presidente Sabino Morano e Massimo Bimonte, dirigente e coordinatore del circolo di Atripalda, il sindacato USB, rappresentato dal dirigente provinciale Edoardo Barbato, l’associazione Forza dei Consumatorì, presente con il presidente provinciale Nicola Zinzi e la responsabile della sede di Atripalda Marydin Mazzarella.

Tre gli argomenti oggetto di un attento approfondimento: la tariffa oraria della sosta, differente da quella stabilita nella convenzione, i primi 15 minuti di sosta gratuita e la mancata richiesta da parte del comune dell’apertura del parcheggio in occasione della festa patronale di San Sabino e di Giullarte.

“La tariffa imposta di 0,60 centesimi all’ora, relativa sempre ai circa 40 posti ad uso pubblico, differisce dai 0,50 applicati in tutte le altre zone della città”, precisa Bimonte. “L’aumento deciso dalla proprietà, giustificato dall’applicazione dell’Iva, secondo noi  è irregolare, poichè, all’articolo 11 della convenzione si stabilisce, in modo chiaro, che il prezzo massimo non potrà essere superiore a 0,50 centesimi e comunque uguale a quello applicato dall’amministrazione sugli altri parcheggi pubblici”.

“L’interpretazione del testo deve essere sempre fatta a vantaggio dei cittadini. Sempre legata alla tariffa è la problematica dei primi 15 minuti di sosta gratuiti, adesso solo 7, che rappresenterebbero un aiuto per i cittadini e per gli utenti dell’Asl”.

Le parti hanno deciso di aggiornarsi a fine ottobre per fare il punto della situazione. Nel frattempo il sindaco Spagnuolo e l’assessore Musto hanno riferito di voler studiare al meglio la problematica della tariffa e la questione dell’Iva, ricorrendo a professionisti della materia ed alla normativa vigente per dirimere la problematica. Inoltre, chiederanno alla proprietà di portare a 15 minuti la durata della sosta gratuita. Infine, l’amministrazione si è impegnata a richiedere l’apertura del parcheggio in occasione delle ricorrenza dei defunti.