Parcheggi riservati ai disabili: parte la campagna sociale

16 aprile 2009

In città sono troppi gli automobilisti che ‘sbadatamente’ parcheggio in aree riservate ai diversamente abili. Una media di 400 multe all’anno per l’occupazione abusiva degli spazi auto riservati. Un numero troppo elevato che non solo sottrae un diritto ai cittadini con handicap, ma che trascina la cittadinanza nel baratro della inciviltà. L’amministrazione comunale di Avellino, vista la situazione, corre ai ripari e avvia una campagna di sensibilizzazione. “Questo è il mio spazio, è un gesto di grave inciviltà occuparlo”. Questo slogan dominerà sui cartelli che saranno installati davanti agli spazi riservati ai diversamente abili. La scelta fatta in accordo con la Consulta comunale dei disabili è diversa rispetto a quella già fatta da grandi città come Roma e Salerno dove si è ricorsi a cartelli con immagini e contenuti choc. “Vogliamo rendere la città più più vivibile – ha detto la presidente della Consulta Marinella Pericolo – e per questo vogliamo puntare dritto al senso civico degli avellinesi”. Sulla stessa lunghezza d’onda l’intervento dell’assessore alle Politiche Sociali, Mirella Giova: “E’ solo la prima di una serie di iniziative di questo genere – ha spiegato – e non l’ultima. Questa amministrazione è vicina ai problemi della cittadinanza e per questo saremo sempre a disposizione del singolo e della comunità”.