“Pandora” contraffatti, nei guai gioielliere residente a Mugnano del Cardinale

“Pandora” contraffatti, nei guai gioielliere residente a Mugnano del Cardinale

15 gennaio 2020

Gioielli con il marchio “Pandora” contraffatto sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza ad un’azienda napoletana operante nel settore del commercio dei gioielli e orologi, ubicata nel centro orafo di Marcianise.

Il titolare, un 50enne napoletano residente a Mugnano del Cardinale, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere per i reati di ricettazione e contraffazione. In particolare i finanzieri della Compagnia di Marcianise hanno sequestrato oltre 2800 monili riportanti i disegni industriali e il logo contraffatto di Pandora, oltre a quasi 900 articoli utilizzati per il loro confezionamento.

I militari hanno controllato non solo il punto vendita dell’azienda ma anche un locale situato nelle immediate vicinanze del Centro Orafo, preso in locazione dalla stessa società, ma non dichiarato come unità locale dell’impresa; ed è qui, in questo magazzino occulto, che i finanzieri hanno rinvenuto i monili contraffatti, tra cui charm, bracciali, collane ed anelli, lì depositati per nasconderli alle Forze dell’ordine