La “Panchina Rossa” dell’Università di Salerno contro la violenza sulle donne

La “Panchina Rossa” dell’Università di Salerno contro la violenza sulle donne

17 novembre 2016

L’Università di Salerno aderisce al progetto nazionale “Panchine Rosse”.

Venerdì 18 novembre sarà presentata al Campus di Fisciano la “Panchina rossa Unisa”, spazio simbolico idealmente occupato da una presenza invisibile: quella delle tante donne cadute vittime di violenza.

L’iniziativa è promossa dall’Osservatorio Interdipartimentale per gli studi di Genere e le Pari Opportunità/OGEPO, con il patrocinio del CUG-UNISA, nell’ambito del seminario didattico “La violenza spiegata” che l’Università di Salerno dedica, da qualche anno, alla Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Sulla panchina ci sarà la frase, scelta tra le numerose proposte presentate al Contest #PanchinaRossaUNISA, rivolto alla comunità universitaria, e promosso attraverso i social d’Ateneo. La frase sarà comunicata durante la manifestazione alla quale sono state invitate tutte le studentesse e gli studenti che hanno partecipato al Contest.

L’inaugurazione della Panchina rossa, alla presenza del Rettore Aurelio Tommasetti, avrà inizio alle ore 10.30 di fronte al Chiostro della Pace (lungo la facciata esterna dell’Aula Manga di Ateneo).

L’evento avrà un’ospite d’eccezione: la professoressa Minerva Josefina Tavarez Mirabal, discendente delle tre sorelle Mirabal che si opposero al regime dittatoriale di Rafael Leónidas Trujillo nella Repubblica Dominicana, in memoria delle tre sorelle Mirabal, che furono uccise il 25 novembre 1960, l’ONU, nel 1999, ha proclamato il 25 Novembre “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”. A seguire, l’evento si sposterà presso l’Aula “Gabriele De Rosa” (Scienze Politiche), che ospiterà una riflessione con gli studenti e le studentesse, introdotta dalla Direttrice del DIPSUM, Rosa Maria Grillo, e coordinata dalla Delegata del Rettore alle Pari Opportunità, Maria Rosaria Pelizzari, per proporre di adottare nel Campus la Carta delle Donne del Mondo, il manifesto della Conferenza Mondiale delle Donne di Milano, “Da Expo 2015 verso Matera 2019, capitale europea della cultura, verso il Mediterraneo e l’Africa”.

Saranno presenti: Eva Avossa, Vice Sindaca e Assessora alla Pubblica Istruzione del Comune di Salerno, Gaetana Falcone, Assessora alle Pari Opportunità del Comune di Salerno, Domenica Marianna Lomazzo, Consigliera Regionale di Parità, Janet Bautista, Presidente dell’Associazione Italo-Dominicana “Paifa”.

Intervengono: Vittoria Marino, Delegata del Rettore alla Comunicazione, Daniela Vellutino, per il Corso di alta formazione UniSA “Politiche di Pari Opportunità, Leadership femminile, Diversity Management”, Katia Anna Maria Grisi, Docente di Filosofia e Storia – Liceo Scientifico L. da Vinci Salerno.

Porterà la sua testimonianza di vita Filomena Lamberti dell’Associazione “Spazio Donna”.

Parteciperanno le rappresentanti dei Comuni che fanno parte della Rete territoriale organizzata da UniSa per promuovere la leadership femminile e la cittadinanza attiva: Maria Rosaria Aliberti, Presidente Consiglio Comunale di Sarno, Palmina De Maio, Assessora alle Pari Opportunità Comune di Siano, Maria Rosaria Meo, Consigliera Consulta Regionale della Campania, Lucia Zoccoli, Assessora Pari Opportunità Comune di Pontecagnano-Faiano.

Saranno presenti per la Delegazione della Repubblica Dominicana :Jaqueline Mirabal, Minerva Tavarez Basque, Yohanni Luna, Carolina Rodriguez.