Panathlon, Rastelli: “Il mio Avellino umile come 40 anni fa”

Panathlon, Rastelli: “Il mio Avellino umile come 40 anni fa”

26 febbraio 2015

“Avellino e lo sport, una storia che continua”. E’ stato questo il titolo dell’incontro tenutosi questa sera al Circolo della Stampa di Corso Vittorio Emanuele ad Avellino e promosso dalla sezione avellinese del Panathlon International, associazione che si occupa della divulgazione e della difesa dei valori dello sport. Dopo il saluto di Gennaro Bellizzi, fratello dell’indimenticato Mimmo Bellizzi atleta della Scandone basket prematuramente scomparso, il giornalista irpino dell’Avvenire Angelo Picariello ha intervistato il tecnico dell’Avellino Massimo Rastelli. “Non ho vissuto gli anni della Serie A – ha detto il trainer biancoverde – ma dalle cronache del tempo si comprende facilmente che alla squadra che raggiunse la massima serie ci accomuna l’umiltà. Credo però che il mio Avellino sia più forte di quello di allora”. “Quest’anno come avete potuto notare – ha aggiunto Rastelli – non ho mai parlato di salvezza perché a differenza dello scorso campionato abbiamo tutte le carte in regola per puntare in alto”. Al termine dell’incontro, Rastelli è stato premiato con un gagliardetto dell’associazione.