Pallavolo Sidigas Atripalda: a Reggio Emilia per il riscatto

22 ottobre 2011

Quinta giornata di campionato ed estrema necessità di risollevare morale e classifica per la Sidigas nello spareggio salvezza in programma a Reggio Emilia. Nella rifinitura mattutina al Palabigi Marolda scioglierà gli ultimi dubbi sulla formazione da mandare in campo contro i gialloneri padroni di casa. Atripalda è reduce da una vittoria all’esordio e tre ko, gli uomini di Conte da quattro sconfitte: entrambe le squadre sono desiderose di punti e riscatto, dovrebbe venirne fuori una sfida all’ultimo punto a tutto vantaggio dello spettacolo.
Il fischio d’inizio (domenica) è in programma alle 18.00, a dirigere l’incontro la federazione ha designato la coppia formata da: Francesco Puletti (1° arbitro – Pg) ed Eliana Cappelletti (2° arbitro – An). L’Edilesse Conad Reggio Emilia dovrebbe schierare sotto rete il nuovo opposto colombiano Moreno in diagonale con l’argentino Santi Orduna in palleggio; in banda capitan Cosimo Gallotta (fratello di Danilo ex Avellino in B1) e Ippolito, Luppi e Inserra sono i centrali, Peli libero. Scontate le assenze degli infortunati in casa Sidigas come in tutte le partite andrà a referto con il roster della prima squadra un giovane atleta del vivaio. A Reggio respirerà il profumo della serie A2 il 17 enne libero Mario Aquino.
Come già anticipato in settimana mister Marolda di concerto con la società ha chiesto ad alcuni giovanissimi pallavolisti, di Atripalda e non solo, di dare man forte alla prima squadra viste le assenze degli infortunati, un contributo servito a serrare i ranghi in via temporanea per la prova degli schemi; la società cerca in questo modo di garantire al mister ed alla squadra le condizioni ideali per gli allenamenti, senza guardare al mercato, attendendo fiduciosa i rinforzi che ha già in casa con i recuperi di De Paula e Bruno. Archiviata un’altra settimana di emergenza è dunque tempo di raccogliere i frutti del lavoro sul parquet cercando di strappare punti ad una diretta concorrente per la salvezza.