Palestra scuola S.Tommaso, Picariello: “Lavori al fermi al palo”

16 aprile 2009

Il coordinamento cittadino del Movimento per le Autonomie ancora una volta punta il dito contro l’amministrazione comunale di Avellino che, a detta degli esponenti del partito che fa capo ad Arturo Iannaccone, ha abbandonato le periferie, consentendone un lento ma costante degrado. Ad sollecitare l’intervento del sindaco, stavolta, è Vincenzo Picariello, consigliere della terza circoscrizione, che denuncia il ritardo nella costruzione della palestra della scuola elementare di San Tommaso. “La struttura preesistente – spiega Picariello – è stata abbattuta da più di un anno e ad oggi i lavori di costruzione della nuova palestra non sono stati nemmeno avviati. La zona interessata – aggiunge Picariello – è stata circoscritta con transenne molto alte che spesso cadono a causa del vento e del maltempo mettendo a rischio l’incolumità dei passanti e dei bambini che, frequentando la scuola, spesso sostano nei paraggi del cantiere. Chiediamo al sindaco e alla sua Giunta di utilizzare questi ultimi mesi che ci separano dalle elezioni per rimediare al degrado di questi luoghi e per avviare le procedure necessarie ad avviare i lavori di costruzione della nuova palestra. I bambini di San Tommaso – conclude Picariello – hanno il diritto di avere anche loro una struttura dove poter fare educazione fisica e dove poter svolgere altre attività ludiche utili alla loro crescita e formazione”.