Pagliaro, candidato sindaco a Quindici: “Il nostro paese non è Scampia”

by 20 marzo 2005

Qundici – E’ stato aperto ufficialmente lo scorso sabato il tour elettorale del candidato a sindaco Mario Pagliaro della lista ‘Radicando con Quindici’. Due le tappe in primo piano: frazione Bosagro (popolata soprattutto da esponenti del clan dei Cava) e frazione Beato. L’ obiettivo di Pagliaro e il suo team sarà quello di far cadere “il muro dei pregiudizi che è stato costruito attorno a persone che pagano per colpa di altre. Quindici non è Scampia”. Insomma, pare che l’aspirante primo cittadino non tema alcun tipo di confronto. “Questa campagna propagandistica – afferma – è nata sotto un unico imperativo: democrazia. Purtroppo è da vent’anni che non si vive più una sana competizione elettorale. Dopo la prematura morte del sindaco Olga Santaniello nella frana del 1998, a Quindici ha governato l’omertà e questo non è giusto. Su tremila abitanti ci sono 2800 persone oneste che meritano una amministrazione che sappia tutelarli”. A questo proposito Pagliaro ha fortemente voluto, durante il corso della sua campagne elettorale, un faccia a faccia con gli altri due candidati a sindaco, Filippo Santaniello e Liberato Santaniello, “per far capire alla gente che questa non è una battaglia sul campo”. Intanto trapelano le prime indiscrezioni. Un big della politica italiana potrebbe far scalo a Quindici domenica 27 marzo. Si tratta di Alfonso Pecoraro Scanio, segretario nazionale dei Verdi. Tutto però resta ancora top secret. Dopo il rifiuto di Gianni Minà, giornalista a livello nazionale, di coordinare il dibattito con gli altri due aspiranti sindaci, Pagliaro è alla ricerca di un altro numero uno del mondo giornalistico.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.