PAGELLE – Mesbah il migliore. Gazzola e Aubameyang inguardabili

18 aprile 2009

Padelli 6- Prova sufficiente quella dell’estremo irpino che non viene quasi mai chiamato in causa. Una prova senza infamia e senza lode la sua.
SUFFICIENTE

Gazzola 4,5- Un autentico disastro, confusionario, imballato. Il terzino ex Catania offre una prestazione veramente da film horror. Va in bambola sulle accelerazioni degli ospiti. Da un suo fallo, la punizione che ha scaturito il goal dei biancorossi.
STORDITO
Pecorari 6- Come sempre è uno degli ultimi ad arrendersi, uno degli ultimi ad alzare bandiera bianca. Lotta dall’inizio alla fine senza mai arrendersi.
COMBATTENTE

Doudou 5,5- Si becca una ammonizione evitabile, falloso. Il senegalese va molto male rispetto alle ultime partite.
SCARICO
Mesbah 7- Non solo per il goal che è stato di pregevole fattura, ma per una prestazione attenta in fase difensiva e per le numerose scorribande sulla corsia di appartenenza. Ancora una volta dimostra di essere tra le note liete di questo Avellino. Adattato nel ruolo di terzino da Campilongo, si è calato bene nella nuova parte. Il magrebino è tra le poche stelle a brillare in un firmamento, quello biancoverde, che resta sempre più al buio.
STREPITOSO

Pepe 6 – Il folletto partenopeo ha una partenza sprint. Gioca discretamente nei primi quarantacinque, dai suoi piedi parte il cross che permette a Mesbah di siglare la rete del momentaneo vantaggio.
(62’ Visconti 6,5- Ancora una buona prestazione del centravanti della Primavera che lotta su ogni palla e prova a segnare la sua prima rete in biancoverde
SORPRESA) SUFFICIENTE
Di Cecco5.5- Corre tanto, prova a mordere le caviglie degli avversari come in altre occasioni, ma senza riuscirci.
(62’ De Martino 5-Perde tanti palloni, non riesce a rendersi utile alla causa. Tra i peggiori in campo. INDISPONENTE)
STANCO
Dettori 6,5- È il ragioniere del centrocampo. Si rende autore di un paio di spunti interessanti, dai suoi piedi una fucilata che per poco non sorprende l’estremo difensore biancorosso
Ciotola5,5- Un buon primo tempo cala prepotentemente nella ripresa. A volte si intestardisce cercando un dribbling di troppo.
(78’ Babù sv)
SOLISTA
Koman 5- Parte bene, prova a spazziare per l’intera linea offensiva. Nella ripresa però è un autentico fantasma.
MANCHEVOLE
Aubameyang 4,5 – Anche oggi ha dimostrato di avere grossi di limiti, di non essere assolutamente pronto o forse addirittura non adatto a giocare in un campionato di serie B, in una squadra che deve salvarsi. Alla sua 25esima uscita con la casacca dei lupi non riesce a trovare la via del goal. Irritante. Il giovane attaccante scuola Milan sbaglia anche le cose più facili. Commette errori banalissimi, anche quando viene praticamente messo a tu per tu con il portiere piacentino Cassano. Purtroppo, di viceSforzini ha ben poco. Nemmeno il tanto elogiato colpo di testa. Se nella nazionale gabonese è la riserva del fratello minore, un motivo ci sarà. Mezzo voto in meno andrebbe messo a chi l’ha preso. Se questi sono i frutti della sinergia con il Milan sventolata ai quattro venti in estate…stiamo messi bene.
INADEGUATO