Padre Botta scopre l’amore di una donna e lascia il sacerdozio

6 giugno 2013

Avellino – Padre Giovanni Botta lascia il sacerdozio dopo 35 anni. Il parroco della Chiesa del Rosario (dove ha prestato servizio nell’ultimo decennio) si dice “amareggiato e turbato”: “Non lascio Avellino a cuor leggero ma non posso rimproverarmi niente. Tutti possono dimostrare la mia dedizione e competenza. Quella che ho fatto è una scelta di vita, motivata da decisioni profonde maturata a 60 anni”.
Padre Botta spiega di aver trovato nelle settimane scorse un nuovo percorso di ‘fede’ con una donna: “Ci conosciamo da tempo e conoscevo anche suo marito che in seguito è morto. Poi l’intesa intellettuale è diventata affettiva”.
Padre Botta ha riferito che andrà a vivere nel Nord Italia dove si occuperà del reinserimento nel sociale di ex detenuti. “A quanti insinuano che intrattenessi già una relazione con questa signora rispondo con chiarezza che non è accaduto”, ha concluso.