Ore di terrore in Francia: due morti e una decina di feriti

Ore di terrore in Francia: due morti e una decina di feriti

23 marzo 2018

“Sono dell’Isis” così ha esordito questa mattina un giovane facendo irruzione nel supermercato ‘Super U’ a Trebes, nel sud-ovest della Francia, e tenendo in ostaggio la clientela.  Almeno due persone sono state uccise, tra loro il macellaio del negozio, e due ferite. Prima della presa d’ostaggi al Super U di Trebes, l’assalitore ha rubato un’auto, una Opel bianca, fermando il conducente e sparando contro di lui, ferendolo gravemente.

L’uomo – come riporta l’Ansa – ha poi ha sparato sul passeggero che era accanto, uccidendolo: è quanto riferiscono fonti vicine all’inchiesta citate da Bfm-Tv. L’assalitore era un marocchino di 25 anni già schedato per radicalizzazione. L’ultimo ostaggio del Super U di Trebes è uscito dal supermarket: è quanto riferisce Bfm-Tv, precisando che l’ostaggio è “ferito”.

Dopo ore di terrore, l’assalitore è stato ucciso dalle teste di cuoio. Si tratta di un marocchino di 25 anni, già schedato per radicalizzazione.

Prima di entrare il sequestratore, un trentenne di origine  avrebbe gridato “Allah Akbar”. L’uomo, secondo il giornale locale La Depeche du Midi, avrebbe detto di voler “vendicare la Siria”. L’uomo aveva chiesto la liberazione di Salah Abdeslam, l’unico superstite degli attentati parigini del 13 novembre 2015, attualmente incarcerato in Francia.

<il ministro dell’Interno, Gerard Collomb, arrivato a Trebes dove farà una conferenza stampa con i dettagli sul bilancio dell’operazione. Sul posto anche Francois Molins, procuratore della repubblica di Parigi.