Opere abusive sul Laceno: nei guai un ristoratore

Opere abusive sul Laceno: nei guai un ristoratore

27 aprile 2016

Nei guai un ristoratore di Bagnoli Irpino per aver realizzato, alle spalle della propria country house, una tettoia in ferro ed una stalla in cemento, in assenza delle necessarie autorizzazioni.

Da qualche settimana, i Carabinieri di Montella hanno avviato una serie di servizi finalizzati anche a contrastare l’abusivismo edilizio nelle aree protette, controllando nella circostanza anche il rispetto delle norme in materia di sicurezza sui luoghi del lavoro e delle violazioni ambientali.

Nel corso di tali servizi cadevano sotto la lente del personale operante i lavori che erano stati effettuati, alle spalle di una country house: una tettoia in ferro su base di cemento di circa 50 mq ed una struttura in muratura di circa 170 mq adibita in parte a stalla e in parte a deposito, realizzate in assenza delle necessarie autorizzazioni, all’interno di un’area protetta, trattandosi di zona turistica sottoposta a vincolo paesaggistico.

Accertate le citate violazioni penali, i militari hanno denunciato il ristoratore in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Capo Dott. Rosario Cantelmo, avviando altresì la procedura prevista per la demolizione delle opere abusive.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.