Operazione Master bet, anche Avellino coinvolta nel giro di scommesse clandestine online

Operazione Master bet, anche Avellino coinvolta nel giro di scommesse clandestine online

4 maggio 2016

Gli agenti della Polizia Postale di Catania hanno sgominato un giro di scommesse clandestine online del valore di oltre 10 milioni di euro al mese nell’ambito della operazione Master Bet coordinata dalla locale Procura distrettuale locale.

In esecuzione di un provvedimento del gip Rosalba Recupido, su richiesta del procuratore Michelangelo Patanè e dei sostituti Andrea Bonomo e Alfio Fragalà, sono state arrestate 13 persone ed eseguito il sequestro di 46 centri scommesse.

Circa 70 perquisizioni sono state eseguite in 19 città italiane nei confronti di 107 indagati.

Il reato ipotizzato dal gip a vario titolo è di associazione per delinquere, organizzazione e raccolta illegale di gioco di azzardo on-line.

Al centro dell’operazione Master Bet complesse indagini del compartimento polizia postale e delle comunicazioni di Catania, con il coordinamento del Servizio centrale di Roma.

Diciannove le città coinvolte: Catania, Ragusa, Messina, Siracusa, Palermo, Agrigento, Caltanissetta, Trapani, Cosenza, Cagliari, Foggia, Brindisi, Milano, Napoli, Salerno, Caserta, Avellino, Roma e Venezia.

dettagli dell’operazione in mattinata durante un incontro con i giornalisti nella sala stampa della Procura di Catania.