Operazione “alto impatto”: arresti e denunce nel beneventano

Operazione “alto impatto”: arresti e denunce nel beneventano

16 luglio 2017

I servizi di controllo del territorio svolti in questo fine settimana dai reparti del Comando Provinciale Carabinieri di Benevento,  nell’ambito dell’operazione “alto impatto” per contrastare l’illegalità diffusa, hanno permesso di conseguire quattro arresti, due denunce e 3 fogli di via obbligatorio.

Nel Comune di Ponte, militari della locale Stazione hanno tratto in arresto in flagranza di reato per furto aggravato, minaccia, molestie alle persone ed inosservanza di obblighi e prescrizioni G.A., 34 enne del luogo, in quanto sorpreso con alcune confezioni di profumo trafugate poco prima da un esercizio commerciale. L’arrestato dopo le formalità di rito, su disposizione del P.M. di turno, è stato accompagnato presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari.

In esecuzione dell’ordine di esecuzione di pena detentiva, nel Comune di Pietrelcina, è stato tratto in arresto Castiello Salvatore, 57enne del posto, che dovrà scontare 6 mesi di reclusione perché riconosciuto colpevole dei reati di minaccia, ingiuria e molestia commessi nel 2010. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato presso la propria abitazione per scontare la pena in regime di detenzione domiciliare.

I reparti della stessa Compagnia hanno inoltre deferito in stato di libertà C.M., un 25 enne di San Martino Sannita sottoposto all’affidamento ai servizi sociali, che al controllo dei Carabinieri della Stazione di San Giorgio del Sannio non è stato trovato in casa oltre le ore 21, quando aveva l’obbligo di permanere nel proprio domicilio.

Per quanto riguarda la Valle Telesina, i Carabinieri della Compagnia di Cerreto Sannita hanno invece segnalato per il Foglio di Via Obbligatorio un pregiudicato della provincia di Siracusa che si aggirava con la propria autovettura nei pressi di obiettivi sensibili del centro di Morcone.