Omicidio nel centro storico, resta grave il 32enne. Attesa per gli esami tossicologici

Omicidio nel centro storico, resta grave il 32enne. Attesa per gli esami tossicologici

27 novembre 2018

Resta appesa a un filo la vita di Gianmarco Gimmelli, il 32enne indagato per l’omicidio di Claudio Zaccaria e il tentato omicidio di Ylenia, la 18enne fidanzata della vittima. Il ragazzo è ancora ricoverato nel reparto di terapia intensiva della città ospedaliera del capoluogo e lotta tra la vita e la morte.

Intanto le indagini coordinate dal sostituto procuratore Paola Galdo sul dramma avvenuto nell’appartamento di Via Calata Santa Lucia alle Fornello lo scorso 15 novembre vanno avanti. Depositati i risultati degli accertamenti del medico legale Lamberto Pianese sul presunto omicida. Le ferite di quest’ultimo corrisponderebbero a lesioni provocate unicamente dalla caduta dal davanzale della finestra dell’appartamento sito al primo piano. Dunque la vittima non avrebbe colpito Gianmarco, ma si sarebbe unicamente difeso dai suoi colpi.

In programma per oggi anche gli accertamenti su Ylenia, che già da giorni aveva lasciato il “Moscati” pur contrariando il parere dei medici. Attesi infine anche gli accertamenti tossicologici, che potranno ricostruire ciò che è avvenuto la notte che ha preceduto il tragico epilogo di giovedì mattina.