Oltre 200 aziende presenti e momenti di approfondimento. Ecco la Campania al Vinitaly

Oltre 200 aziende presenti e momenti di approfondimento. Ecco la Campania al Vinitaly

22 marzo 2019

Oltre 200 aziende presenti e numerosi momenti di approfondimento sulle diverse aree viticole della regione. Ecco la Campania al Vinitaly. Questa mattina, presso lo Spazio Campania di Milano, Tommaso De Simone, presidente della Camera di Commercio di Caserta e vice presidente Unioncamere, Tommaso Luongo per AIS Campania, Filippo Diasco, Direttore Generale Politiche Agricole della Regione Campania e Franco Alfieri, Consigliere del Presidente della Regione Campania per le Politiche agricole, alimentari e forestali, Caccia e Pesca, hanno illustrato i dettagli della presenza di Regione Campania e Unioncamere presso il salone internazionale del vino di Verona, in programma dal 7 al 10 aprile.

Oltre 200 aziende presenti e numerosi momenti di approfondimento sulle diverse aree viticole della regione, ormai tra le più importanti d’Italia per qualità di vini prodotti: Masterclass con giornalisti di rilievo internazionale sui vini vulcanici, i vini dell’Appennino campano, i vini della Dieta Mediterranea, i vini dei Borbone, seminari sui vigneti storici ed eroici, biodiversità, sostenibilità, innovazione in Campania, la bellezza dei paesaggi del vino in Campania, degustazioni a cura di AIS Campania, Premio Fotografico “Paesaggio di…vino”, Concorso enologioco Lucio Mastroberardino, “Eruzioni del gusto” al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, degustazione a cura dell’associazione nazionale “Le Donne del Vino”, degustazione di prodotti tipici dell’enogastronomia campana, presentazione della Carta dei Vini dei Parchi nazionali della Campania e momenti organizzati dai Consorzi. Spazio anche agli incontri B2B, dove le aziende incontreranno buyers ed operatori commerciali di settore.

Particolarmente rilevante a Vinitaly sarà la presenza di Sannio Falanghina Città Europea del Vino: il presidente del Consorzio di Tutela Vini del Sannio, Libero Rillo, il vice presidente della Commissione Agricoltura, Erasmo Mortaruolo, il Consigliere del Presidente della Regione Campania per le Politiche agricole, alimentari e forestali, Caccia e Pesca Franco Alfieri e l’Assessore regionale alla formazione Chiara Marciani, hanno illustrato le attività in programma per l’occasione per valorizzare il comparto vinicolo del Sannio che, da solo, rappresenta il 50% della produzione di vino campano: 120 eventi organizzati dai Comuni, progetti dedicata a sostenibilità, urbanistica, modernità in agricoltura e per il bassissimo impatto ambientale. L’assessore Marciani ha lanciato l’Accademy del Vino, ovvero un polo di alta formazione per la creazione di figure professionali sull’agricoltura 4.0, dalla sostenibilità all’efficientamento energetico e alla modernizzazione delle aziende agricole.

A suggellare l’importanza del riconoscimento ricevuto da RECEVIN – European Network of Wine Cities, il logo di Sannio Falanghina Città Europea del Vino presentato per l’occasione, donato da Mimmo Paladino a testimonianza del legame che lega l’artista al suo territorio d’origine.