“Oltre 1.300 studenti irpini con disabilità sprovvisti di servizi sociali”. L’appello delle associazioni ai Comuni

“Oltre 1.300 studenti irpini con disabilità sprovvisti di servizi sociali”. L’appello delle associazioni ai Comuni

9 ottobre 2019

Lettera-appello di “Amaranto”, “Ufficio Garante Diverse Abilità” e Movimento Italiano Disabili inviata ai sindaci di Avellino, Altavilla Irpina, Capriglia, Cervinara, Chianche, Grottolella, Montefredane, Petruro, Petruro, Pietrastornina, Prata, Pratola Serra, Roccabascerana, Rotondi, San Martino Valle Caudina, Torrioni e Tufo. E al Procuratore Cantelmo, al Provveditore agli Studi e all’Asl di Avellino.

“Sono ben 1.386 gli studenti irpini con disabilità, e solo nei vostri comuni essi non ricevono i servizi sociali previsti dalle leggi in materia e varie sentenze della Corte Costituzionale e dei Tribunali Italiani”, si legge nella missiva che continua: “Al di là dei docenti di Sostegno, sono previsti anche assistenti educativi specializzati oppure assistenti alla comunicazione e operatori socio-assistenziali come pure accompagnatori in scuola bus”.

“Queste ultime figure non sono presenti negli elenchi degli Uffici Scolastici Provinciali del MIUR e dunque è compito dell’Azienda Consortile Sociale, come pure delle singole Amministrazioni Comunali fornire tali indispensabili servizi. A fronte dell’urgente necessità di tali servizi Voi invece cosa fate? A nostra conoscenza non fate altro che “litigare politicamente” mentre gli studenti diversamente abili sono costretti ad affrontare, insieme ai genitori, ogni sorta di difficoltà oppure restare a casa. Una sola considerazione, per favore, contattate i vari dirigenti scolastici locali affinchè, nella loro autonomia gestionale, consentano ad operatori specializzati volontari di poter assistere gli studenti diversamente abili nelle loro classi”.