Oddo: “Non ho nulla da recriminare …ma l’arbitro non mi è piaciuto”

4 settembre 2005

Rammaricato, ma tutto sommato tranquillo e fiducioso, Francesco Oddo al termine della partita contro la Triestina. I lupi escono sconfitti dall’esordio in campionato tra le mura amiche, ma applauditi dal pubblico presente al Partenio. Cinelli e compagni hanno disputato una buona gara, anche se alla fine ad uscire vittoriosi sono stati gli avversari con un gol di Godeas. “E’ stata una partita equilibrata – ha affermato il tecnico dei biancoverdi – potevamo vincere, ma così non è stato. E’ stata una gara con poche occasioni sia da una parte che dall’altra, ha vinto la squadra che ha avuto l’occasione migliore, anche se il gol è stato un regalo della nostra difesa”. Un match, quindi, abbastanza equilibrato, in cui ci sono state delle opportunità per l’Avellino, che ha peccato di poca cattiveria in fase offensiva. “Non rimprovero niente ai miei ragazzi- ha spiegato Francesco Oddo – abbiamo espresso un buon gioco, anche se davanti siamo stati poco pungenti., perchè in quel reparto attualmente siamo un po’ leggerini a causa di importanti assenze”. Un attacco che ha sentito molto la mancanza di giocatori come Danilevicius e Biancolino, attaccanti di un certo calibro. “In attacco al momento ci manca un po’ di materiale – continua il trainer siculo – del resto non è che si può fare mercato perchè i nostri attaccanti sono assenti. I giocatori ci sono, vedi Biancolino e Danilevicus. Purtroppo al momento non possono essere a nostra disposizione e non ci resta che sperare di recuperarli al più presto”. Il rammarico più grosso della compagine biancoverde è quello di aver steccato proprio la prima partita in casa, davanti al proprio pubblico. L’emozione e la voglia di fare bene era tanta, ma non è bastata ai lupi. “All’inizio un po’ di emozione c’è stata sicuramente- ha spiegato l’allenatore irpino- stavamo giocando bene quando è arrivato il gol. Nei primi dieci minuti del primo tempo abbiamo avuto qualche difficoltà, ma poi abbiamo trovato il giusto assetto e abbiamo creato anche qualche occasione. Nel secondo tempo stavamo spingendo, diciamo che ero tranquillo, ma poi la rete di Godeas ci ha tradito”. Buona ancora una volta la prestazione di Francesco Millesi, impegnato contro la Triestina sia in attacco che in difesa dove ha dato una mano a Panarelli. “Millesi ha difeso e attaccato come ha sempre fatto – continua Oddo- era difficile in queste condizioni poter vincere, abbiamo incontrato una buona squadra, completa in tutti i reparti sia in attacco che in difesa, noi in questo momento abbiamo delle difficoltà avanti. Dobbiamo, perciò, cercare di limitare i danni in questo periodo e sperare in un pizzico di fortuna in più dalla nostra parte”. Qualche dubbio l’allenatore dell’Avellino l’ha avuto sull’arbitraggio della gara, non sempre perfetto. “L’arbitro non mi è piaciuto, o meglio diciamo che non mi è sembrato in grande forma”. Tutto sommato i lupi non hanno corso grandi pericoli in difesa ed è questa una nota lieta per Oddo che ha affermato: “Quello che mi lascia soddisfatto è che dietro non abbiamo corso gravi pericoli, se non solo in un’occasione dopo il gol del vantaggio, quando ci siamo sbilanciato un po’ troppo nel tentativo di riequilibrare il risultato”. Il tecnico di Trapani è comunque fiducioso : “Il campionato è lungo siamo appena all’inizio, rientreranno giocatori importanti, e quelli che ci sono cresceranno con l’aiuto degli altri”. Intanto venerdi ad attendere i lupi c’è il Brescia, per l’occasione confermata ancora l’assenza di Biancolino e difficilmente si potrà contare sul bomber lituano. “Per riavere Biancolino bisognerà attendere ancora una ventina di giorni – conclude Francesco Oddo – Danilevicus, invece, dovrebbe ritornare giovedi dopo la partita con la nazionale, ma credo che difficilmente sarà nelle condizioni ideali per poter giocare”.