Ocevi, Iannaccone (NoiSud) porterà la vertenza sul tavolo di Scajola

16 febbraio 2010

Avellino – “La Ocevi Sud versa in situazione di difficoltà; in questo stabilimento sono impiegati 170 lavoratori che rischiano di perdere il posto di lavoro”. Lo afferma Arturo Iannaccone, componente della commissione Attività produttive della Camera dei deputati e segretario Nazionale di Noi Sud, che annuncia la presentazione di un’interrogazione parlamentare sullo stabilimento nuscano del Gruppo Agostini, specializzato in componenti strutturali per construction machinery.

“Stando alle notizie recentemente riportate da alcuni organi di informazione – aggiunge Iannaccone – è sempre più concreta l’ipotesi del ricorso alla cassa integrazione straordinaria. D’altronde, dopo un confronto tra l’amministratore delegato della Ocevi Sud, le Rsu aziendali e le organizzazioni sindacali territoriali, l’azienda avrebbe sostenuto di versare in condizioni di difficoltà create dalla difficile congiuntura economica e dall’attuale situazione di mercato”.

“Pertanto, è mia intenzione chiedere al Ministero quali iniziative intenda assumere al fine di verificare la situazione produttiva dello stabilimento Ocevi, al fine di garantire gli attuali livelli occupazionali e il mantenimento in Irpinia dei livelli di produzione. Inoltre, chiederò al Ministro se non ritenga di istituire un tavolo istituzionale che – conclude il segretario di Noi Sud – consenta un proficuo confronto tra le parti e il Governo”.