Nuovo reparto di rianimazione ad Ariano. Morgante: “Prossimo step la radioterapia”

Nuovo reparto di rianimazione ad Ariano. Morgante: “Prossimo step la radioterapia”

26 marzo 2019

“Un appuntamento importante che dimostra come l’azienda e la direzione stiano lavorando. Lo scopo è rinnovare e migliorare l’assistenza sanitaria sul territorio. La terapia intensiva così rinnovata renderà un servizio migliore al paziente“. A parlare il direttore generale dell’Asl di Avellino, Maria Morgante durante l’inaugurazione del nuovo reparto di Rianimazione e Terapia intensiva presso l’ospedale Frangipane di Ariano Irpino.

Il reparto, già operante dal 2002 – come ha ricordato il sindaco Domenico Gambacorta – è stato rimodernato e dotato di macchinari all’avanguardia: otto posti letto per la rianimazione (di cui uno in stanza filtro e uno in stanza protetta per le malattie infettive) e un sistema infusionale a pompe multiple oltre ai lavori di riqualificazione, fornitura e installazione di materiale e componentistica.

Un traguardo importante, dunque, per la sanità irpina per la quale l’azienda ospedaliera ha investito trecentomila euro. Il direttore sanitario, Emilia Vozzella ha ricordato, durante il suo intervento, come in questo reparto nel 2004 sia stato effettuato il primo espianto pluriorgano.

Dal prossimo 1 aprile a dirigere l’unità, il dottore Maurizio Ferrara che ha dichiarato: “Questa struttura non ha nulla da invidiare a grandi realtà come il Monaldi da cui vengo. Qui c’è una grande qualità di personale e di strumenti”.

“A chi dice che tagliamo troppi nastri, rispondo che spero se ne taglino sempre di più perché i nastri significano servizi in più. I nostri cittadini devono poter rimanere qui e non andare a curarsi altrove”, è il commento di Rosetta D’Amelio, presidente del Consiglio regionale.

La ristrutturazione dell’UOC di Rianimazione e Terapia Intensiva è un ulteriore passo verso il potenziamento della struttura ospedaliera di Ariano che si prepara alla trasformazione in Dea di primo livello.

Al taglio del nastro di questa mattina, anche altre autorità regionali come Maurizio Petracca e Francesco Todisco che hanno sottolineato l’importanza di un reparto come questo per le aree interne e Enzo Alaia che ha rimarcato l’impegno della Regione Campania per potenziare il personale medico e paramedico e sopperire ai pensionamenti del 2018.

“Ora si guarda alla realizzazione della Radioterapia – chiosa Morgante – il cui progetto sta andando avanti e presto inaugureremo”.