Nuovo presidio per le Tossicodipendenze, confronto a Caposele

11 febbraio 2013

Lo scorso sabato, presso l’aula polifunzionale comunale di Caposele si è tenuto un incontro tra il mondo del Volontariato (Pubbliche Assistenze, Misericordie) e i Sindaci di diversi Comuni del comprensorio irpino. Era presente anche il Presidente del Consorzio dei Servizi Sociali ambito A2. Il tema affrontato ha riguardato la richiesta di un nuovo Presidio per le tossicodipendenze, perchè il decentramento di questi comuni dai due SERT di Avellino e Grottaminarda limita l’accesso ai Servizi di cura e riabilitazione delle dipendenze che nei nostri territori, e particolarmente nelle nostre aree interne, rappresentano una vera emergenza sociale. È stata affrontata la questione dell’inserimento lavorativo delle persone che presentano vissuti di dipendenza e a tale riguardo è stata evidenziata la necessità di attivare interventi mirati. È stata proposta come ipotesi concreta di intervento, quella dell’obbligo, per le cooperative sociali di tipo B, di assumere nel loro interno persone con evidente disagio sociale. Durante l’incontro, si è discusso inoltre della necessità di attivare nei territori un presidio su tutte le emergenze sociali che vedrà la collaborazione operativa delle Amministrazioni locali e del Volontariato al fine di trovare, in un’ottica di effettiva sussidiarietà, delle risposte ai bisogni delle Comunità. Il convegno si è concluso con la stesura e la sottoscrizione, da parte dei sindaci, di un documento con la richiesta del nuovo presidio territoriale da ubicarsi, eventualmente presso la sede dell’ospedale Criscuoli di Sant’Angelo dei Lombardi, dove è già operativo un laboratorio tossicologico provinciale.