Nuovo guasto alla pala eolica di Rocca San Felice, il sindaco: “Controlli necessari sui terreni circostanti”

Nuovo guasto alla pala eolica di Rocca San Felice, il sindaco: “Controlli necessari sui terreni circostanti”

16 luglio 2019

“Dopo il malfulzionamento di ieri sera alla pala eolica, questa mattina l’Arpac ha effettuato un sopralluogo e ha disposto che si effettuino controlli sui terreni e che in via esclusivamente precauzionale le colture, i prodotti derivanti da quei terreni non siano messi in commercio o tolti quelli già in commercio” così il primo cittadino di Rocca San Felice, Guido Cipriano, ai microfoni di Irpinianews.

Una disposizione necessaria per tutelare ambiente e territorio dopo che lo scorso 7 luglio la pala eolica ha preso fuoco. “Tra stasera e domani – spiega Cipriano scongiurando l’allarmismo – emetterò l’ordinanza destinata ai proprietari dei terreni coinvolti e insieme faremo chiarezza, non è detto che ci sia qualcosa che non va nei prodotti, ma bisogna verificare”.

Il guasto verificatosi intorno alle 21 di ieri, a causa del pericolo di distacco di un’elica, ha reso necessario l’intervento dei carabinieri di Sant’Angelo dei Lombardi e dei vigili del fuoco. Sul posto anche l’Anas che ha subito chiuso il tratto della SS303 in cui si trova la turbina eolica.

“Ieri sera, intorno alle 23 l’amministrazione ha dovuto procedere con quattro ordinanze destinate a quattro edifici rurali invitando i residenti ad evacuare e anche ad un punto vendita di carburante. Dopo gli interventi l’allerta è fortunatamente rientrata” prosegue Cipriano.

Questa mattina la società proprietaria della pala ha provveduto alla messa in sicurezza della stessa ed è stato riaperto il traffico veicolare.