Nuoto Master, 800 atleti in gara al Centro Sportivo di Avellino

Nuoto Master, 800 atleti in gara al Centro Sportivo di Avellino

4 marzo 2018

Oggi 4 marzo al Centro Sportivo Avellino parte l’edizione 2018 dei Campionati Regionali di Nuoto Master, manifestazione indetta dalla Federazione Italiana Nuoto.

Circa 800 gli atleti in gara per un totale di 1600 presenze gare. Questi i numeri riferiti solo agli atleti senza tener conto dei Dirigenti, Tecnici e Allenatori che seguono le Squadre (56 provenienti da tutta la regione) e ovviamente dei familiari e tifosi.

Tale manifestazione ha un riconoscimento sportivo che non si ferma all’ambito regionale ma bensì a quello nazionale. I risultati sono determinanti ai fini della classifica per Società del Campionato Italiano Master.

Il Settore Master è un Settore della Federazione che si occupa e preoccupa di gestire, organizzare e disciplinare il nuoto competitivo praticato dagli adulti. Potremmo dire “l’Agonistica dei Grandi”. Grandi, intesi sia come adulti, persone della terza e quarta età, che sempre di più sono considerati una risorsa per il nostro paese,che come “grandi campioni”: Filippo Magnini, Massimiliano Rosolino ed Emiliano Brembilla nei Master.

Ovviamente un’attività che non rappresenta solo la naturale prosecuzione della attività competitiva natatoria dei campioni: il nuoto Master richiama tanti appassionati che per diversi motivi e scelte, preferiscono il mondo Master.

Intanto per due domeniche di seguito il CSA sarà teatro di questo evento che unisce ed impegna tanti atleti Master, di diversa estrazione professionale, per scopi prevalentemente tecnici/agonistici; allo stesso tempo coinvolge invece tantissimi appassionati di nuoto Master che semplicemente per fini di piacere e partecipazione si aggregano utilizzando il fenomeno Nuoto come collante.

Ecco allora che anche dal CSA diversi sono i nuotatori che scenderanno in vasca a difendere i prestigiosi risultati ottenuti già nelle passate edizioni che hanno visto i atleti della polisportiva sempre nelle zona podio.

“L’impegno di risorse umane, strutturali nonché economiche che si utilizzano quotidianamente per gestire le numerose attività – fanno sapere dal Centro Sportivo – è enorme, però sapere di poter contare sulla sinergia di intenti tra i vertici Federali e del Coni unitamente con l’amministrazione della Città di Avellino  compensa il carico, l’onere che affrontiamo come polisportiva nella organizzazione di un evento di notevole pubblico interesse”.