Novolegno, continua il confronto per difendere i livelli occupazionali

Novolegno, continua il confronto per difendere i livelli occupazionali

by 30 novembre 2016

Si è tenuto in data odierna un nuovo incontro tra sindacato (Filca Cisl, Fillea Cgil, Feneal Uil, UGL ed RSU) con l’azienda Novolegno di Montefredane, presso l’unione degli Industriali di Avellino.

Questo è ormai il terzo incontro, dopo quelli prima ferie dell’ agosto scorso, dove azienda ha ribadito il permanere di una situazione critica, legata alle difficoltà di mercato con l’accumularsi di prodotto non venduto nei magazzini, più accentuata nel segmento di mercato estero per scarsa competitività, dall’instabilità europea e le guerre nei paesi medio orientali.

Pertanto ancora una volta l’azienda ha ribadito di voler effettuare una consistente riduzione di personale.

Il sindacato, compatto unitamente alla RSU ha sostenuto le ragioni della difesa dei livelli occupazionali, attraverso l’utilizzo degli ammortizzatori sociali ancora disponibili, in quanto nel territorio Irpino, dove già è molto elevato il tasso di disoccupazione non ci si può permettere di lasciare nessuno a casa.

L’azienda è stata sollecitata a rivedere le proprie scelte e ripensare ad un programma di rilancio che traguardi oltre la crisi, consapevoli che la Novolegno fa parte di un gruppo solido, quello della Fantoni, unico gruppo che ha resistito complessivamente alla crisi ed ha tutte le condizioni per rilanciarsi.

In questa direzione certamente non verrà meno l’apporto del sindacato e dei lavoratori. Su questi obbiettivi è stato programmato un nuovo incontro di approfondimento per il prossimo 28, che sarà preceduto da un’assemblea informativa ai lavoratori in questa settimana.