Novità su Facebook Messenger: sono arrivate le chiamate di gruppo

Novità su Facebook Messenger: sono arrivate le chiamate di gruppo

22 aprile 2016

Non mancano mai le novità quando si parla del colosso mondiale dei social network, Facebook. Questa volta, però, il nuovo potenziamento interessa nello specifico la sua chat, ovvero Messenger: tutti gli utenti che hanno scaricato il più recente aggiornamento su iOS e Android di tale applicazione di uso quotidiano hanno infatti l’opportunità di fare anche chiamate di gruppo.

Sappiamo, infatti, che fino a ora era stato consentito adoperare la nota chat non solo per scambiare messaggi testuali istantanei, con annesse emoticon e invio di messaggi, video e quant’altro, ma anche per chiamare, alla pari di una vera e propria telefonata, un contatto di Facebook. Da ora in poi, invece, questa possibilità si estende anche ai gruppi.

Via libera dunque ai brainstorming di gruppo, a conferenze di lavoro e alle chiacchierate virtuali in famiglia.

Una modifica annunciata tramite un post pubblicato sul social network dal responsabile della piattaforma di messaggistica, David Marcus: “Oggi sono molto emozionato di annunciare il lancio a livello mondiale delle conversazioni di gruppo. Provatele e, come sempre, fateci sapere il modo in cui possiamo migliorarle per voi”.

Per attivare tale opzione è semplicemente necessario formare un gruppo e quindi avviare la conversazione vocale cliccando sull’icona che raffigura la classica cornetta telefonica. Il numero massimo di persone, almeno per il momento, che possono partecipare alla telefonata simultanea è stato stabilito in cinquanta. Tutto invariato rispetto alle chiamate singole, a eccezione della comparsa sullo schermo del nome del gruppo e della lista dei partecipanti alla telefonata. In ogni caso è possibile accettare la chiamata, ma anche rifiutarla.

Una nuova mossa con la quale il colosso di Zuckerberg punta a sbaragliare definitivamente il mercato di Google Hangouts, ma soprattutto quello di Skype, sempre molto adoperato soprattutto per chiamate internazionali. Ciò grazie soprattutto ai suoi circa 900 milioni di utenti attivi ogni giorno sulla piattaforma Facebook-Messenger.

Per il momento, però, un punto debole è rappresentato dall’assenza dell’opzione video, come pure da alcune carenze nel sistema di privacy poiché non è stato ancora adottata la crittografia end-to-end, utile deterrente per la propria riservatezza. Di certo, si tratta di un canale su cui Zuckerberg ha deciso di investire, e non poco, alla pari di WhatsApp, strumento che ha ormai quasi completamente sostituito l’invio classico di sms.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.