Nomina Di Cecilia all’Utc, Maraia: “Mainiero sconfessa se stesso”

5 dicembre 2012

Ariano I. – “La nomina dell’arch, Di Cecilia a Dirigente dell’Area tecnica (con i servizi lavori pubblici ed urbanistica, manutenzione e patrimonio) del Comune di Ariano e’ un inequivocabile atto di delegittimazione dei due dirigenti tecnici, Cifaldi e Ciasullo”. Così in una nota Giovanni Maraia di Ariano in Movimento.
“Il Sindaco di Ariano – continua – implicitamente, riconosce che questi due dirigenti sono stati la causa dello sfacelo delle opere pubbliche, del patrimonio e della manutenzione ad Ariano. Sono stati sconfessati i due dirigenti dell’area tecnica e principalmente e’ stata criticata la gestione politica dei lavori pubblici, del patrimonio e della manutenzione dell’ultimo decennio di governo del centro destra ad Ariano. È’ stata criticata l’azione politica dell’assessore ai lavori pubblici e di quello alla gestione del patrimonio. Il Sindaco Mainiero ha, in definitiva, criticato anche il proprio operato di assessore ai lavori pubblici, svolto con la Giunta Gambacorta. Ci auguriamo che ai due dirigenti tecnici, i cui mandati sono scaduti il 30/11/2012, non vengano rinnovati gli incarichi di dirigenti. Il primo atto che il nuovo dirigente dell’area tecnica dovrà’ compiere e’ relativo al progetto modificato del l’ampliamento del cimitero. Siamo certi che il nuovo dirigente approverà quanto compiuto dall’assessore Pratola e dall’ ing. Cifaldi riguardo al nuovo cimitero da 6 milioni di euro”, conclude Maraia.