Nitto Palma: “Nel Pdl c’è gente che ha voti come Cosimo Sibilia”

25 gennaio 2013

A convincere Berlusconi ed Alfano a nominare Nitto Palma coordinatore regionale della Campania per il Popolo della Libertà c’è sicuramente lo zampino del documento sottoscritto da 21 parlamentari (tra i quali Cosimo Sibilia). “Nel Pdl – ha precisato Palma nella conferenza tenuta nella sede del partito a Napoli – ci sono tanti candidati che hanno i voti, da Paolo Russo ad Amedeo Laboccetta fino a Cosimo Sibilia. E poi c’é Stefano Caldoro, che gode di un consenso superiore al 50%, anche se mi pare che nell’ultima graduatoria dei governatori è passato dal secondo all’ottavo posto, una piccola retrocessione che fa parte delle dinamiche politiche. Lui ha dichiarato che il suo impegno si sostanzia nella buona amministrazione delle Regione. Ne prendo atto, ma se questo è il punto dico anche che della buona azione amministrativa usufruiranno anche gli assessori De Mita e Sommese che corrono contro il Pdl con l’Udc, e il consigliere Zecchino che va con Monti”. “Perciò mi auguro – ha osservato il coordinatore regionale – che Caldoro possa partecipare attivamente alla campagna elettorale. Caldoro è un leader importante del Pdl e ritengo che il suo impegno in prima persona possa essere importante per una vittoria, specialmente per il premio di maggioranza al Senato”. “Se poi le cose dovessero andare male – ha proseguito – ho le spalle larghe abbastanza e non avrei difficoltà ad assumere su di me le responsabilità della sconfitta, ma in Campania siamo sicuri di vincere. E lo sa anche il Pd a giudicare dai pochi leader e semi leader messi in campo”.