Nicola Mancino a Montemiletto, non tutti sono d’accordo

Nicola Mancino a Montemiletto, non tutti sono d’accordo

29 gennaio 2018

E’ in programma venerdì 2 febbraio, alle ore 17,30 presso il Castello della Leonessa, un evento organizzato dal Comune di Montemiletto: la presentazione del libro di Giandonato Giordano “Lettera a mio figlio sulla politica”.

Dopo i saluti del sindaco Agostino Frongillo sono previsti gli interventi dell’autore, del senatore Enzo De Luca e del presidente Nicola Mancino.

Ma i consiglieri comunali Simone D’Anna e Massimiliano Minichiello ritengono inopportuna la presenza di Mancino e, con una nota, hanno fatto sapere: “In questo momento l’ex presidente Nicola Mancino non rappresenta un nostro valore culturale. Non abbiamo nulla contro la persona ma è solo una questione di opportunità politica”.

Poi proseguono scrivendo: “L’intervento del Presidente Nicola Mancino previsto durante la Manifestazione voluta e organizzata dal Comune di Montemiletto, soprattutto alla luce delle recenti notizie di cronaca giudiziaria riportate dalla stampa nazionale in merito agli esiti del processo riguardante la trattativa Stato Mafia, che si sta ancora svolgendo presso il Tribunale di Palermo, NON è ammissibile né gradito e rischia di mettere in grande imbarazzo il nostro paese.

I due consiglieri, poi, sottolineano: “La nostra comunità NON dovrebbe concedere spazi di “rappresentanza culturale” a personalità politiche destinatari di accuse così forti; pertanto ci dichiariamo totalmente contrari all’iniziativa promossa dal Comune di Montemiletto, almeno fino a quando lo stesso non verrà ritenuto estraneo dalle accuse ricevute e non colpevole di tutti i fatti a lui attribuiti”

Simone D’Anna e Massimiliano Minichiello, Consiglieri comunali di Montemiletto del gruppo consiliare Proposta Concreta offrono infine un’idea al Sindaco: “Se proprio ci tenete, questa manifestazione organizzatela come partito politico ma non a nome dell’intera cittadinanza di Montemiletto”.