Congresso Pd dopo le elezioni: “Non superata la conflittualità locale”

Congresso Pd dopo le elezioni: “Non superata la conflittualità locale”

8 gennaio 2018

Renato Spiniello – Sarebbero dovute giungere entro le 14 di oggi le candidature alla segreteria provinciale del Partito Democratico, tuttavia, proprio al fotofinish, è arrivata la notizia del rinvio dell’Assise, inizialmente prevista il prossimo 14 gennaio, a dopo le elezioni.

La decisione è stata imposta direttamente da Roma, dopo la pressioni da parte del segretario regionale Assunta Tartaglione per scongiurare l’acuire di contrasti e personalismi tra le diverse fazioni in vista degli appuntamenti elettorali.

“Non sussistono le condizioni politiche locali auspicate ed indispensabili per la celebrazione del congresso – si legge nella missiva indirizzata al commissario straordinario David Ermini da parte del responsabile nazionale Andrea Rossi – Inoltre in sede locale la conflittualità interna risulta ad oggi non superata nonostante il tuo sforzo. Per tali motivi, il congresso provinciale straordinario di Avellino dovrà essere celebrato dopo le elezioni politiche del 4 marzo, proprio per non ostacolare l’importante fase di campagna elettorale che si aprirà nelle prossime settimane”.

Ermini rimarrà comunque alla guida dei democratici avellinesi nelle vesti di commissario.