Natale con l’austerity: “Niente concerto, ma programma di qualità”

14 dicembre 2011

Avellino – Trentamila euro tutto compreso. Non si tratta di una televendita. E’ invece il costo del cartellone natalizio (addobbi e luminarie escluse) allestito in città dall’amministrazione guidata da Giuseppe Galasso, e segnatamente dall’assessore alla Cultura ed alle Politiche sociali, Sergio Barbaro. Niente concerto di capodanno: in tempo di vacche magre, anzi magrissime, il programma pare innegabilmente dettato dall’austerity imposta al Comune dal susseguirsi delle manovre “lacrime e sangue” che hanno spinto alla canna del gas gli enti locali. Sindaco ed assessore, però, non ci stanno a definirlo scadente. “Chi vuole vivere il Natale in città quest’ anno ha tutte le possibilità per farlo” – dichiara il primo cittadino – .
Insomma, nessun Grinch ha rubato il Natale agli avellinesi. Dal suo punto di vista, tuttavia, non si poteva fare di più: “Ci sono pochissime risorse e vanno utilizzate in modo oculato – spiega Galasso -. Per questo il mio ringraziamento va all’assessore Barbaro, che ha messo in piedi un cartellone di qualità, caratterizzato da una forte attenzione alle fasce più deboli”. E questa sembra essere la stella polare indicata dal sindaco: “Lavoreremo ancora in questa direzione, con la dignità di una piccola città che, anche in linea con le deleghe dell’assessore Barbaro, ha necessità di immaginare un utilizzo nuovo e diverso delle risorse economiche”.

Il cartellone, comunque fitto di iniziative, è stato illustrato nello specifico dall’assessore Barbaro. ”Una città capoluogo che realizza un programma del genere con 30 mila euro compie uno sforzo enorme– premette- . Soprattutto a fine anno, infatti, non era assolutamente possibile superare il Patto di Stabilità. E il fatto che si cominci il 17 dicembre e non l’8, come gli altri anni, la dice lunga sulle difficoltà economiche dell’ente”. Più di una iniziativa è stata realizzata a costo zero. “Molte – aggiunge l’assessore – grazie all’impegno di chi ha voluto contribuire dietro compensi davvero esigui”. Anche per questo, l’esponente della giunta comunale ci ha tenuto a ringraziare il presidente del centro sociale “Samantha della Porta”, il consigliere comunale Gianluca Gaeta, che ha messo a disposizione i locali della struttura e partecipato economicamente al programma. Barbaro, insomma, ha difeso a spada tratta il suo lavoro. “Non si tratta di un’iniziativa a ribasso – ha osservato -. In tal caso avremmo scelto di non realizzarlo”. Come detto, però, l’atteso concerto di capodanno non ci sarà. Visibilmente stizzito, l’assessore non si è tuttavia sottratto alle domande: “La discussione non mi appassiona – ha premesso. La mia personale idea è infatti che la programmazione di attività culturali debba anche puntare alla costituzione di eventi stabili”. No al maxi evento, dunque, sì a progetti duraturi. “Un’amministrazione – ha aggiunto – non si regge sull’erogazione di contributi. C’è bisogno di fare di necessità virtù e non di elargire il contributo all’amico di passaggio. Coinvolgiamo le qualità e le professionalità che abbiamo e valorizziamole. Questo può essere il viatico per creare cose che poi restano”. Non si tratterebbe dunque, di una mera questione di risorse. “Mancano i soldi, certo, ma dietro c’è anche una scelta politica – ha ammesso. Ovviamente, se arriveranno fondi regionali o esterni se ne potrà discutere”. L’evento, in definitiva, non rappresenta affatto una priorità dell’amministrazione: “Penso alle politiche sociali – chiosa l’assessore -. Lì il problema è ancora maggiore. La gente deve sapere che ci sono progetti stabili e non aiuti per chi ha l’amico. Se riusciremo a fare qualcosa del genere per i cittadini avremo fatto molto di più di quanto è stato realizzato negli ultimi 40 anni”. (di Flavio Coppola)

IL CARTELLONE DEGLI EVENTI NATALIZI

Si partirà il 17 dicembre al centro sociale “Samantha della Porta”, alle ore 19,00, con il Festival dei cori polifonici. Nello stesso giorno, a partire dalle ore 16 e fino alle 21, nella villa comunale, spazio ai più piccoli con l’”Animazione per bambini con il magico mondo di dDiodò”.
Il 18 dicembre alle ore 19,00, presso il Duomo avrà luogo il Concerto di Musica classica in beneficenza (a sostegno di un progetto in Guinea Bissau).
Tre gli appuntamenti previsti per il giorno 19. Alle ore 9,00, presso la villa comunale, spazio al Trekking urbano, mentre a partire dalla ore 16,00, presso la casa di riposo ”Roseto”, si svolgerà il Concerto di canzoni classiche natalizie. Per finire, a partire dalle ore 17,00, presso la Chiesa di S. Francesco Saverio, vi sarà l’apertura al pubblico del Museo Presepiale.
Il giorno 20, nello stesso posto, avrà luogo inoltre il Concerto di Natale di musica e canti popolari della tradizione natalizia, con inizio alle ore 20.30
Il Concerto di canzoni classiche natalizie sarà invece di scena il 21 dicembre, a partire dalle ore, 16,00, presso la Casa di riposo “Alfonso Rubilli”. Alle ore 17,00, presso la Casina del Principe, sarà inaugurata inoltre la Mostra dei 150 anni di manifesti da Palazzo di Città. Nello stesso giorno, presso il “Samantha della Porta”, largo alla comicità con lo spettacolo “Cabaret Estrimaldestri”, con inizio alle ore 20.30.
Il 22 dicembre, a partire dalla ore 20,00, presso la Chiesa di San Ciro, si esibirà il Coro delle voci bianche del Teatro Gesualdo, mentre alle ore 19, 00, presso la Casina del Principe sarà inaugurata la rassegna “Terra fuoco”.
Spazio alla cultura il 27 dicembre al “Samantha della Porta”, con la presentazione del libro di poesie “Tele del tempo”, di Melina Barbati, a partire dalle ore 18,00.
Il 28 dicembre, presso la chiesa S. Francesco Saverio, si esibirà il Quartetto d’archi, con inizio alla ore 20,30.
Ancora teatro al centro sociale “Samantha della Porta” il 29 dicembre. Di scena, a partire dalle ore 20,30 lo spettacolo “Scene”.
Il 30 dicembre, ancora presso il “Della Porta”, largo allo spettacolo musicale “Progetto giovani noi oggi”, con inizio alle 20,30. Il 2 gennaio, a via Colombo, avrà luogo la Rassegna teatrale per bambini, che si protrarrà fino al 7 gennaio.
Il giorno 4, infine, presso la biblioteca comunale ex Eca, vi sarà la Lettura di favole e la Tombolata per bambini, con inizio alle ore 17,00.

LE MOSTRE

Dal 18 dicembre al 5 gennaio al Corso Vittorio Emanuele spazio alle Tende della solidarietà.
Dal 22 dicembre al 15 febbraio si svolgerà la celebre rassegna “Terra Fuoco”.
Dal 21 dicembre al 15 gennaio, presso la Casina del Principe, spazio alla Mostra per i 150 anni dei manifesti da Palazzo di Città.
Dal 15 dicembre al 6 gennaio, presso la Casina del Principe, sarà possibile assistere alla Mostra dei presepi.