Nasce Movimento Unitario Giornalisti. Presidente Mimmo Falco

24 luglio 2014

La situazione in cui versa la nostra professione ci impone una riflessione approfondita su come riorganizzare la categoria dei giornalisti e come affrontare delicate questioni quali la disoccupazione e il precariato, soprattutto alla luce delle novità riguardanti l’equo compenso”. Lo ha detto Mimmo Falco, presidente del Movimento Unitario Giornalisti, nel corso della presentazione delle attività programmatiche dall’associazione, che si è svolta oggi presso la Confcommercio Imprese per l’Italia della Provincia di Napoli, guidata da Pietro Russo. “Intendiamo svolgere attività a tutela dei colleghi: ci proponiamo – ha continuato Falco – di offrire agli iscritti ed al loro nucleo familiare una serie di servizi ed agevolazioni che vanno dalle assicurazioni, ai rapporti con gli istituti di credito, all’assistenza fiscale, all’assistenza legale penale, civile ed amministrativa gratuita”. Alla manifestazione, a cui erano presenti tra gli altri Paolo Pirovano, segretario del Consiglio Nazionale dei Giornalisti, ed i rappresentanti delle associazioni aderenti al movimento, ha partecipato anche Enzo Iacopino, presidente dell’Ordine nazionale dei giornalisti, che ha ribadito “l’importanza della tutela della categoria in un momento particolarissimo per la professione, mortificata dagli editori che hanno imposto un contratto capestro”. Ad aprire i lavori è stato Pietro Russo: “Confcommercio – ha spiegato – è anche la casa delle professioni, e non può mancare quindi il nostro appoggio a movimenti finalizzati a supportare una categoria importante come quella dei giornalisti, che purtroppo vive anni di profonda crisi. Siamo pronti a collaborare per organizzare iniziative comuni”.