Nasce l’Orchestra Sinfonica MusicistiIrpiniRiuniti

9 dicembre 2013

Organizzato dall’Associazione Musicale MIR (Musicisti Irpini Riuniti), lo spettacolo avrà luogo nell’Auditorium del Conservatorio di Avellino giovedì 12 dicembre alle 20,00, con lo scopo di presentare al pubblico avellinese il progetto culturale dell’Associazione MIR che ha preso il via dalla fondazione dell’Orchestra Sinfonica MusicistiIrpiniRiuniti.
La serata di inaugurazione dell’attività dell’Associazione sarà dedicata completamente ai valori sociali che la musica è capace di veicolare, promuovendo una raccolta fondi in favore del Centro Aprea di Avellino. L’occasione si avvarrà di una testimonial d’eccezione: il soprano Jessica Pratt. L’artista internazionale, impegnata a sostenere iniziative a scopo sociale e benefico nel mondo, accompagnerà con lo stesso spirito gli strumentisti irpini in questa serata speciale. L’orchestra sarà diretta da Francesco Ivan Ciampa.
Il concerto è stato presentato oggi con una conferenza stampa cui hanno partecipato: il presidente dell’Associazione Modestino De Chiara, Renata Romano vice presidente del Centro Aprea di Avellino, il maestro Giacomo Vitale, il maestro Geminiano Mancusi; il direttore musicale dell’Associazione Claudio Ciampa, Durante l’incontro con la stampa avellinese, è stato eseguito un intervento musicale dalla formazione di ottoni dell’Associazione formata da Giovanni Aiezza (tromba e tuba); Giuliano Cerbarano e Mauro Verrillo (tromboni); Emanuele Del Prete e Gennaro Cibelli (trombe). A introdurre la presentazione è stato proprio De Chiara, raccontando la nascita di questa idea ad opera di diverse “anime musicali” che hanno realizzato, in questo modo, il desiderio di creare un laboratorio musicale mettendo insieme veri e propri talenti della musica presenti nella nostra provincia. I suoi ringraziamenti sono andati a Francesco Ivan Ciampa che dirigerà i 57 elementi dell’Orchestra, il quale è divenuto motivo di vanto per l’Irpinia, occupando un posto importante nel panorama musicale italiano e facendosi presente anche all’estero. Ricordiamo che Ivan Ciampa ieri ha inaugurato con l’Otello la stagione Teatrale del Verdi di Salerno. De Chiara ha poi evidenziato la sinergia che l’Associazione ha da subito stabilito con il Conservatorio Cimarosa grazie a Carmine Santaniello che non ha fatto mancare il sostegno della prestigiosa istituzione al progetto della MIR. Così l’Istituto sarà aperto per accogliere il pubblico e la solidarietà giovedì prossimo. Un ringraziamento è andato anche al Comune di Avellino che ha voluto dare il suo sostegno morale all’iniziativa.
A presentare il Centro Aprea, altro protagonista della conferenza stampa, è stata la vice presidente Renata Romano che ha illustrato l’opera svolta dai volontari che da anni offrono il loro aiuto all’integrazione di chi ha più bisogno, attraverso vari percorsi che prevedono anche i laboratori teatrali e musicali ed estendendo il suo servizio in attività come il Banco Alimentare. Per chi volesse contribuire al funzionamento del centro, oltre a partecipare al concerto di beneficenza organizzato con la MIR, è possibile utilizzare il conto dell’associazione CODICE IBAN: ITI5X0539275660000001307983.
Il maestro Vitale si è, invece, soffermato sul programma musicale del concerto, ideato dal direttore Francesco Ivan Ciampa, che sarà incentrato sull’amore in tutte le sfumature che l’opera lirica riesce a trasmettere. “Ma il progetto della MIR va oltre – ha chiarito Vitale – perché si basa sull’armonia tra tradizione e innovazione, mirando ad utilizzare tutti gli strumenti di “open source” che il mondo del web oggi offre, permettendo la condivisione delle realtà musicali. Se la musica viene ancora vista come una serie di realtà a compartimenti stagni, io invece credo che partendo dalle tradizioni si possa raggiungere l’unità e rendere il nostro patrimonio culturale, bene dell’umanità. E non mi riferisco solo all’Irpinia ma, partendo da questa, a tutto il Sud Italia. Guardiamo perciò al Sud perché qui conserviamo energie e tradizioni da cui è possibile partire per costruire una vera identità nazionale”.
Geminiano Mancusi ha invece annunciato la presentazione del brano da lui composto, dedicato a Carlo Gesualdo e che sarà eseguito per la prima volta durante il concerto. “Con Carlo Gesualdo vediamo un principe che si sporca le mani come un pittore fa con i suoi colori, ma utilizzando una materia impalpabile qual è la musica; si presta dando un contributo importante scrivendo sia musiche che testi dei suoi madrigali, divenuti famosi. Fiera Voglia è il titolo del brano che prende spunto da “Chiaro risplender suole” e “Tall’or sano desio”, dove le passioni contrastanti – soprattutto amorose –nella musica cercano sollievo”. A Ciampa le conclusioni, con la soddisfazione di aver gettato le basi per creare, insieme ai suoi compagni di avventura, in particolare i musicisti Enzo Di Somma e Pio Ferrante, presenti in sala, qualcosa di vero, concreto, duraturo “con la convinzione che il passato ci è servito e il presente è una gioia che dobbiamo vivere fortemente”. Ciampa, che ha diretto il Conservatorio di Benevento, ha poi tracciato la linea continua che ha portato alla nascita di questa associazione e di questa orchestra che guarda al futuro, come risorsa soprattutto per i giovani. “La partecipazione di un’artista di fama internazionale come Jessica Pratt – ha aggiunto – è per noi motivo di particolare gioia, oltre che per la sua bravura e la professionalità, anche per il suo grande impegno nelle opere di solidarietà. Come tutti gli artisti che si esibiranno in questa occasione anche la Pratt, infatti, offrirà la sua partecipazione a titolo completamente gratuito” Gli inviti saranno in distribuzione presso il Conservatorio Cimarosa lunedì e mercoledì dalle 18,00 alle 21,00 e presso il Circolo della Stampa in Corso Vittorio Emanuele da oggi a giovedì dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 20,00, fino ad esaurimento.