Nasce a Roma “Liberi e Uguali” ma la Sinistra ad Avellino è spaccata

Nasce a Roma “Liberi e Uguali” ma la Sinistra ad Avellino è spaccata

4 dicembre 2017

Pasquale Manganiello – Domenica fondamentale per la Sinistra che ha dato vita a Roma a “Liberi e uguali”, nuovo Movimento che concorrerà alle prossime elezioni politiche. La sinistra alla sinistra del Pd sarà guidata dal presidente del Senato Piero Grasso che nel suo discorso in assemblea ha tracciato la linea:

“Fare politica è un onore – ha detto Grasso – non una vergogna. C’è in gioco il futuro dell’Italia e questa è la nostra sfida: battersi perché tutti, nessuno escluso siano liberi e uguali, liberi e uguali. Serve un’alternativa e allora tocca a noi offrire una nuova casa a chi non si sente rappresentato, difendere principi e valori che rischiano di perdersi, su lavoro, scuola, diritti e doveri. Tasse più giuste e progressive, una vera parità di genere. Per tutto questo io ci sono”.

Presente nella Capitale anche una delegazione irpina formata da Giancarlo Giordano, Francesco Todisco, Alberta De Simone, Roberto Montefusco, Nadia Arace. In platea anche il segretario provinciale Cgil, Franco Fiordellisi.

All’Atlantico Live la Sinistra si mostra unita ma ad Avellino rimane una spaccatura evidente tra Mdp e Si-Possibile.

“Se a livello nazionale ci sono evidenti convergenze – ha dichiarato Roberto Montefusco – localmente rimangono i problemi. In Campania non possiamo essere alleati del Pd e del Governatore Vincenzo De Luca mentre nel resto del Paese si segue una linea alternativa al Partito Democratico.”

Un messaggio per il consigliere regionale Francesco Todisco che però ribadisce l’importanza dell’allargamento della partecipazione con conseguente valutazione politica dei simpatizzanti e degli iscritti e con un nuovo Ulivo all’orizzonte.

Per ora, quindi, almeno in provincia di Avellino, si respira un’intesa solo legata alle prossime elezioni politiche. L’obiettivo – come recentemente annunciato da D’Alema a Otto e Mezzo – sarà superare il 10%.