Nardini: “Ci dispiace per i tifosi, ora rimbocchiamoci le maniche”

13 maggio 2008

Mancheranno diversi elementi per la gara contro la Triestina e con gli uomini di mister Maran per Riccardo Nardini potrebbero spalancarsi nuovamente le porte della formazione titolare. “Sabato sembrava di giocare in casa, poteva essere la gara giusta per rilanciarci definitivamente –afferma l’ex centrocampista del Catania – .Ci dispiace tanto perché a Cesena i tifosi ci hanno seguito in massa. Sembrava di giocare in casa. Vincere sarebbe stato davvero fondamentale perché potevamo salire a trentasette punti mettendoci a due lunghezze dal Modena. E con un Vicenza che da qui alla fine avrà il calendario più difficile. Malauguratamente per noi non siamo capaci di sfruttare le occasioni importanti. Dobbiamo capire quali sono i nostri limiti senza abbatterci. I play-out sono alla portata perché con gli scontri diretti stiamo messi bene. Ma adesso, guai a commettere errori”. Il massimo dei punti nelle restanti sfide: “Adesso, dobbiamo ottenere l’intero bottino, nove punti e ad arrivare agli spareggi nella migliore condizione. Speriamo che il ritiro ci serva a ritrovare la giusta concentrazione”. Nonostante un suo rientro nell’undici base sembri ormai scontato il numero sei dei lupi ci va cauto: “Nessuno è sicuro del posto. Anche a Ravenna mancavano sette ipotetici titolari ed alla fine è andata bene. L’augurio è quello di ripetersi”. Un nuovo successo a firma di Nardini: “Sarei felicissimo, l’importante però è vincere”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.