Nappi (MiR): “Vergognoso attacco di Catania a Governo Caldoro”

12 febbraio 2013

“L’attacco del capolista dell’Udc alla Camera e Ministro all’agricoltura ‘tecnico’ nei confronti del governo regionale di Stefano Caldoro non va considerato. Dopo le elezioni l’Udc scomparirà”. Lo ha detto il consigliere regionale del gruppo Caldoro, Sergio Nappi, a Caserta a margine di un incontro elettorale.

“E’ vergognoso che Catania – ha spigato il capolista del Mir di Samorì – usi la sua carica di ministro per fare campagna elettorale essendo stato nominato da un governo tecnico e non politico. Il governo regionale, invece, sta lavorando in tutti i settori producendo risultati che, nonostante le difficoltà economiche, sono certificati dalle performance ottenute in questi mesi. Paradossalmente, gli unici settori che la regione non riesce a mettere in moto sono quelli gestiti proprio dagli assessori dell’Udc. Basta considerare che la legge regionale sul turismo non è stata ancora varata e il decentramento amministrativo, che tutta la coalizione si era impegnata ad attuare, non è stato ancora discusso. Il decentramento amministrativo è l’unico modo per superare il napolicentrismo è ridare forza ai territori rafforzando il ruolo delle province che diventano protagoniste nella gestione del territorio con una gestione diretta delle risorse”.

Il consigliere regionale ha annunciato che il Mir sarà presente con proprie liste sia alle prossime elezioni europee che alle regionali del 2015, concludendo: “I moderati in Campania hanno compreso che urge un progetto politico moderato e riformista che metta da parte la demagogia e le strumentalizzazioni elettorali dell’Udc che saranno punite dagli elettori”.