Nappi (MiR): “De Mita è in tour elettorale con lo zio balia”

9 febbraio 2013

Avellino – Mattinata caratterizzata da nevischio e temperature polari. A scaldare i numerosi cittadini e amministratori accorsi sono stati i candidati della neo formazione politica italiana, Moderati in Rivoluzione, che fa capo all’avvocato modenese Gianpiero Samorì. Ad aprire i lavori tenutesi nel centro sociale di Vallesaccarda è stato il vice sindaco, Gerardo Cipriano che ha presentato la propria candidatura alla Camera nelle liste del Mir nella circoscrizione Campania 2. Ad affiancare il giovane amministratore della baronia sono stati sia il consigliere provinciale, Franco Lo Conte che il consigliere regionale del gruppo Caldoro, Sergio Nappi. In sala spiccavano le presenze del sindaco di San Nicola Baronia, Franco Colella, dell’ex sindaco di Vallata Francesco Zamarra, del sub commissario dell’Iacp di Avellino, Carmine Ruggiero. Ad organizzare l’appuntamento elettorale è stato il comitato elettorale del Mir che si è costituito in Baronia, composto da professionisti e cittadini di Vallata, Flumeri, Scampitella, Trevico, San Nicola Baronia, Carife, Castel Baronia, San Sossio e Vallesaccarda. Tanti i cittadini che in Baronia si sono schierati a sostegno della candidatura del vice sindaco di Vallesaccarda, Gerardo Cipriano che ha illustrato il programma elettorale del movimento politico di Gianpiero Samorì. “C’è qualche candidato irpino alla Camera non autosufficiente. E’ costretto a farsi accompagnare nei giri elettorali dallo zio. Del resto, senza lo “zio balia” sarebbe stato mai candidato?”. Questo lo sferzante commento del consigliere regionale Sergio Nappi, a margine della kermesse elettorale che ha aggiunto: “L’intera classe dirigente dell’Udc campana, anche questa volta, è stata mortificata per consentire a Giuseppe De Mita di essere eletto alla Camera. La campagna elettorale ha preso un verso opposto per il centro di Monti. I sondaggi rilevano l’Udc al di sotto del 3 per cento. Giuseppe De Mita con ogni probabilità non sarà eletto alla Camera. Per questo, votare per l’Udc non risulterà utile per dare rappresentanza parlamentare all’Irpinia. Chiediamo agli irpini, invece, di votare per il Mir alla Camera perchè è l’unico voto che vale doppio, in quanto consente di eleggere un deputato e un consigliere regionale. In questa occasione elettorale, infatti, siamo nelle condizioni di rafforzare la filiera istituzionale del centrodestra in provincia di Avellino, consentendo tra l’altro l’ingresso in regione del consigliere provinciale, Franco Lo Conte. Agganciare il risultato utile potrà servire certamente al nostro territorio per dotarsi di una rappresentanza di cui gli irpini non possono che sentirsi garantiti, essendo sia io che Franco Lo Conte una garanzia di conoscenza e impegno sui problemi. Sprecare questa occasione – ha aggiunto Nappi – sarebbe davvero un grande peccato, considerato anche che nessuno altro in Irpinia nel campo dei moderati è nelle condizioni di essere eletto alla Camera”. Sulla stessa lunghezza d’onda l’intervento del consigliere provinciale Franco Lo Conte che ha sottolineato che il Mir rappresenta nel panorama politico del Paese l’unica vera novità, in quanto non ha candidato alcun parlamentare uscente.