Nappi (MiR): “A Roma lavoreremo per favorire imprese agricole”

8 febbraio 2013

“L’agricoltura in questi anni è stata considerata sempre marginale nelle politiche nazionali, invece, è necessario riprendere a considerare il settore primario fondamentale per la crescita e lo sviluppo del Paese. Il Mir in parlamento si farà carico di avanzare delle proposte di legge per incentivare la costituzione di nuove imprese agricole”. Lo ha detto il capolista del Mir Sergio Nappi, intervenendo a San Ruffo in provincia di Salerno dove ha incontrato una rappresentanza degli agricoltori e allevatori del Vallo di Diano.

“L’allevamento bovino in Campania – ha aggiunto il consigliere regionale – è stato un settore trainante fino agli inizi degli anni novanta, poi l’introduzione delle quote latte e le nuove disposizioni per l’ammodernamento delle stalle hanno costretto tanti piccoli e medie imprenditori del settore a chiudere i battenti. La legislazione deve tendere a snellire le procedure e favori le attività piuttosto che porre ostacoli. Favorire iniziative legislative volte alla sburocratizzazione e semplificazione consente all’intero sistema Paese di riprendere a crescere”.

Il consigliere regionale del gruppo federato Caldoro ha spiegato, inoltre, che “La Campania si colloca tra le regioni d’Italia che maggiormente partecipano alla produzione del reddito agricolo nazionale. Anche per questo non possiamo permetterci di lasciare l’intero comparto senza un sostegno concreto all’interno del nuovo Parlamento”. Il capolista nella circoscrizione Campania 2 alla Camera del movimento di Ganpiero Samorì, ha concluso l’incontro con gli agricoltori dicendo: “Le specificità e le eccellenze derivanti dalle produzione agricole campane meritano di essere potenziate sui mercati nazionali ed esteri”.