Napoli, esplosione in piscina: un morto e tre feriti gravi

Napoli, esplosione in piscina: un morto e tre feriti gravi

16 gennaio 2017

Tragedia a Napoli. Esplode una bombola del gas nel parcheggio della piscina «Ariete» in via comunale Guantai a Orsolone, zona Camaldoli. Il bilancio è tragico: un morto e cinque feriti, di cui tre gravissimi, trasportati in codice rosso all’ospedale Cardarelli, al centro grandi ustionati.

La vittima è un uomo di 60 anni, non ancora identificato e che, secondo una prima ricostruzione delle forze dell’ordine, stava provvedendo alla manutenzione dello stesso impianto di stoccaggio di gas, si trovava all’interno della sua auto ed è morto carbonizzato. Per cause ancora da accertare è esploso il contenitore di gas che era a servizio della piscina della scuola di nuoto privata «Ariete». Distrutte quattro autovetture parcheggiate nelle vicinanze. Sul posto le forze ordine, i vigili del fuoco e le ambulanze del 118.

«Abbiamo sentito un boato fortissimo. Poi tutti ci siamo precipitati in strada. Sono stati minuti di vero terrore» raccontano alcune persone che abitano nei pressi del luogo della tragedia. L’incidente è avvenuto all’interno di un complesso sportivo di via Guantai ad Orsolone, nella zona collinare di Napoli non lontano da alcuni importanti presidi ospedalieri. Nell’esplosione sono rimaste ferite altre cinque persone che sono state immediatamente soccorse e portate negli ospedali della zona. Sul posto ora sono in corso i rilievi dei vigili del fuoco e della polizia. I tecnici hanno dovuto staccare anche parte della rete di alimentazione di energia elettrica mentre la strada è stata chiusa al traffico per alcune ore.

Fonte: il mattino.it