Musa al Torneo di Viareggio per l’Avellino del futuro

Musa al Torneo di Viareggio per l’Avellino del futuro

14 marzo 2019

di Claudio De Vito – Riflettori puntati sì sul presente per la rincorsa al primo posto in campionato, ma lo sguardo dell’Avellino è anche proiettato al futuro. Il club lo fa attraverso gli occhi del direttore sportivo Carlo Musa, spettatore interessato del Torneo di Viareggio.

Il diesse biancoverde è in silenzio da un mese e mezzo. Era il 4 febbraio quando confezionò per la testata laziale Gazzetta Regionale la sua esultanza polemica per il caso Alfageme, matassa sbrogliata a colpi di ricorso dal presidente Claudio Mauriello e non certo per l’aderenza dell’operato dirigenziale alla normativa LND sul tesseramento degli extracomunitari.

E in silenzio si è recato ieri a La Spezia per assistere prima ai match Primavera Empoli-Ascoli e Parma-Venezia. Un modo per osservare da vicino i giovani che potrebbero fare al caso della Calcio Avellino nella prossima stagione che i biancoverdi vogliono a tutti i costi disputare in C, in un modo o nell’altro.

Qualora il Lanusei non dovesse mollare il trono, infatti si spalancherebbero le porte dell’ammissione alla categoria superiore a patto che si vincano i playoff del girone. Sarebbe pertanto auspicabile un piazzamento come seconda al termine della regular season, in modo da giocare sempre in casa e con il vantaggio della classifica.

Una volta superato questo step, i posti in C non mancheranno di certo. E l’indiscrezione riguardante il Modena pronto ad acquisire il titolo sportivo del Carpi (in lotta per non retrocedere dalla B) è di quelle di segno positivo. Così facendo infatti gli emiliani (ora secondi nel loro girone) uscirebbero dalla graduatoria delle potenziali vincitrici dei playoff riducendo di fatto la concorrenza in ottica salto di categoria per la porta di servizio.

Proiezioni che al momento lasciano il tempo che trovano. Piuttosto l’Avellino tornerà ad allenarsi nel pomeriggio a porte chiuse con l’obiettivo di recuperare quanto prima gli infortunati. La buona notizia sarà il recupero di Aniello Viscovo, atteso nuovamente agli ordini del preparatore dei portieri Fabio Patuzzi. Anche Niccolò Dondoni potrebbe rientrare in gruppo, mentre per Alessio Rizzo, Tommaso Carbonelli e Vincenzo Pepe ci sarà da attendere.

Giovanni Bucaro ha in mente soltanto il test di sabato al Partenio-Lombardi con il Frosinone Primavera, che gli consentirà di valutare la condizione generale del gruppo in vista della ripresa del torneo. A tal proposito, il match di oggi alle 15 della Rappresentativa LND contro la Spal Primavera sarà maggiormente indicativo sulla possibilità di avanzare nella competizione (e quindi di rinviare al 27 marzo Avellino-Aprilia Racing) da parte della selezione di Tiziano De Patre.