“Muore giovane chi è caro a Dio”. Palloncini bianchi e striscioni per l’ultimo saluto a Gianluca

“Muore giovane chi è caro a Dio”. Palloncini bianchi e striscioni per l’ultimo saluto a Gianluca

24 settembre 2019

“Muore giovane chi è caro a Dio”: è un passaggio dell’omelia di don Antonio Dente pronunciata durante i funerali di Gianluca Puorro, il 28enne di Montefredane che ha perso la vita nel gravissimo incidente stradale avvenuto a Salerno all’alba di sabato scorso.

Il rito funebre si è svolto questo pomeriggio nella gremitissima Chiesa Madre del borgo alle porte di Avellino. In tantissimi per l’ultimo saluto al giovane: i primi a entrare in chiesa sono la mamma Angela e il fratello Fabio, seguiti dai familiari ma soprattutto dagli amici, dagli ex compagni di scuola, giunti anche da Roma e Milano, e dai semplici conoscenti.

L’uscita del feretro è stata accompagnata da un lungo applauso e dal lancio di palloncini bianchi. Di fronte la chiesa uno striscione con la scritta biancoverde “…Ciao Gianlù!”.

Il sindaco di Montefredane, Valentino Tropeano, ha proclamato il lutto cittadino.