Mugnano del C. – Approvato il progetto per la pubblica illuminazione

19 dicembre 2005

Approvati in Giunta i lavori di totale rifacimento della pubblica illuminazione. Su tutto il territorio mugnanese saranno sostituiti i classici pali della luce con un modello di lampada di tipo pastorale più raffinato e consono all’arredo urbano. Già affidati i lavori di progettazione e adeguamento dell’impianto esistente nelle contrade rurali. L’opera di sostituzione, sostenuta da un finanziamento regionale della legge 51, pari a 500mila euro, sarà avviata con l’inizio del nuovo anno. Oltre al rimodernamento dell’estetica urbana, verrà introdotta una grande novità in materia energetica. Per ridurre i costi della pubblica illuminazione, l’Esecutivo di Giovanni Colucci ha ben pensato di introdurre un impianto ad energia solare. Non più corrente elettrica, quindi, ma un sofisticato sistema fotovoltaico azionato dai raggi del sole. “Ci stiamo adeguando alle varie normative in materia d’illuminazione cittadina – ha spiegato il sindaco – e per questo abbiamo predisposto la completa sostituzione dei pali della luce, ormai logori, con un modello più elegante di tipo pastorale e ad energia solare”. Siccome il territorio interessato dai lavori ha una estensione di circa 13 Kmq, si procederà ad una combinazione operativa. “Partiremo dal centro abitato – continua Colucci – quindi da Corso Vittorio Emanuele e da via Roma, per poi diramarci in tutta l’area”. Ma è anche tempo di regali e l’amministrazione comunale non ‘bada a spese’ pur di accontentare i suoi elettori. Verranno distribuiti, infatti, in scuole di ogni grado, panettoni e dolciumi a tutti gli allievi. Spumante e dolce anche per gli anziani e per gli immigrati residenti nel Comune. Insomma, tanti doni sotto l’albero della Casa comunale…per un Natala all’insegna dell’efficienza amministrativa.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.