Msn, Alemanno conferma l’irpino De Conciliis coordinatore regionale

Msn, Alemanno conferma l’irpino De Conciliis coordinatore regionale

6 maggio 2018

Si è svolta a Roma l’assemblea nazionale del Movimento Nazionale per la Sovranità che ha eletto, su proposta del Segretario, Gianni Alemanno, le nuove cariche all’interno dell’organigramma del partito.

Eletto il Portavoce Nazionale, il casertano Marco Cerreto, confermato al vertice del Coordinamento Regionale della Campania, l’avellinese Ettore De Conciliis, mentre eletti nella Direzione Nazionale, i napoletani Alfredo Catapano e lo storico esponete della Destra Sociale Partenopea, Rosario Lopa, in Esecutivo, Stefano Masi di San Vitaliano, in Assemblea Nazionale lo storico dirigente della destra napoletana, Arturo Sorrentino di Pompei, Luigi Circiello di Pomigliano d’Arco, Giuseppe Esposito di Marigliano,Andrea De Stasio di Afragola,Angelo Retta, Clemente Ultimo e Maurizio Di Lorenzo per l’area salernitana.

Infine il partito rende noto che, il senatore eletto nelle fila della Lega Claudio Barbaro, è stato nominato ai rapporti istituzionali.

“Noi il popolo della Sovranità e della Destra Sociale Popolare e Meridionale, siamo l’alternativa alla casta – spiega Alemanno. Una Nazione che abbia nel Mezzogiorno, il motore di sviluppo socioeconomico e culturale, che intorno al Movimento si confronteranno le varie realtà sociali, economiche, culturali, d’impresa, dei corpi intermedi,associazionismo, volontariato e dello sport del centro-sud, dove costruire un Polo Sovranista Meridionale che possa diventare casa comune per tutte le forze che sono alternative alla sinistra e all’antipolitica e che vedono nella sovranità nazionale e popolare i loro valori di riferimento. L’Italia deve mettere il veto a questo nuovo bilancio europeo non solo per contestare i tagli ai fondi per l’agricoltura e alle politiche di coesione, ma per rinegoziare tutti i trattati europei che hanno minato la nostra sovranità nazionale. Questo deve essere l’impegno inderogabile del nuovo governo di centrodestra, se sorgerà, o il suo primo impegno del programma elettorale se, come probabile, andremo subito a nuove elezioni”, conclude Gianni Alemanno.