Moscati-Landolfi, Venezia (Uil): “Accorpamento più vicino”

Moscati-Landolfi, Venezia (Uil): “Accorpamento più vicino”

1 agosto 2018

“Allo stato c’è una grande confusione per le fasi preliminari dell’accorpamento”, dichiara il Segretario Generale dellla Uil Fpl Gaetano Venezia, e grandissima è la confusione per le possibili opzioni del personale per restare alle dipendenze dell’Asl.”

La Uil, alla riunione sull’accorpamento tra Landolfi e Moscati, ha proposto alla controparte che si arrivi in tempi brevissimi alla programmazione delle unità di personale ausiliario, infermieristico e medico da dislocare sul territorio dell’Asl e nei Presidi Ospedalieri, “al fine di garantire i servizi sanitari da erogare e quantificare la spesa occorrente a carico dell’Asl, e dopo il successivo confronto programmato per il 20 – 21 agosto p.v., si determineranno le disponibilità per poter effettuare le eventuali opzioni da parte del personale”.

La Uil si ritiene soddisfatta per la condivisione della proposta da parte della dirigenza dei due enti, e sicuramente “oggi abbiamo compiuto un passo in avanti nella difficile situazione dell’accorpamento delle due strutture”, conclude il sindacalista.