Moscati, collaborazione italo-cinese in ambito cardiologico

5 dicembre 2012

Avellino – Collaborazione Italia-Cina in ambito medico-scientifico: si formalizza una cooperazione tra lo Jiamusi Central Hospital e l’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” di Avellino. Una delegazione cinese della Municipalità di Jiamusi arriverà domani in città per sottoscrivere una lettera di intenti. Saranno il Decano dell’Ospedale di Jiamusi, Cao Hongtao, e il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera “Moscati”, Giuseppe Rosato, a sottoscrivere il documento con il quale le due strutture sanitarie stabiliranno delle relazioni tra i rispettivi reparti di Cardiologia per lavorare insieme nel campo della ricerca scientifica e dell’assistenza sanitaria. La cooperazione si pone l’obiettivo di uno scambio reciproco di conoscenze per consolidare, perfezionare e sviluppare la ricerca e le tecniche di intervento nel settore cardiologico e cardiochirurgico. L’intesa si concretizzerà in uno scambio di informazioni su metodi attuali e innovativi di diagnosi e cura, in incontri di staff medici, nella formulazione di progetti finalizzati allo sviluppo reciproco, nell’organizzazione di meeting e convegni. La lettera di intenti sarà sottoscritta domani, giovedì 6 dicembre, alle ore 11, presso l’Unità Operativa di Cardiologia dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati” (terzo piano, settore A). Ad accompagnare la delegazione cinese sarà l’assessore provinciale alle Attività Produttive, Vincenzo Sirignano, da tempo impegnato nell’instaurare proficui rapporti di interscambio culturale tra l’Irpinia e la Cina. La collaborazione in ambito sanitario tra le due realtà ospedaliera geograficamente così lontane ha preso il via all’indomani di una visita alla Città Ospedaliera di Avellino, avvenuta a giugno dello scorso anno, di un’altra delegazione della Municipalità di Jiamusi, che espresse apprezzamenti per il sistema organizzativo dell’Azienda “Moscati”, per la modernità e l’efficienza della struttura, per le moderne e avanzate tecnologie, manifestando chiaramente la volontà di prevedere, nell’accordo di collaborazione che fu siglato con il Presidente della Provincia Cosimo Sibilia un capitolo specificatamente dedicato alla sanità per favorire la reciproca conoscenza di competenze e di esperienze.