Morte Vetrano, messaggi di cordoglio di D’Amelio e Fiordellisi

Morte Vetrano, messaggi di cordoglio di D’Amelio e Fiordellisi

1 agosto 2018

La presidente del Consiglio regionale Rosetta D’Amelio ricorda l’impegno e la passione di Stefano Vetrano. “Apprendo con dolore la notizia della scomparsa dell’onorevole Stefano Vetrano, ex deputato del Partito Comunista per due legislature tra il 1968 e il 1975. Sindaco di Baiano, Vetrano era l’unico esponente del Mandamento a essere stato eletto in Parlamento e uno dei pochi simboli irpini ancora in vita della stagione riformista del Pci. Ma soprattutto mi piace ricordare il suo protagonismo, fatto di impegno, passione e concretezza, nella vita politica irpina e nazionale. E’ stato a lungo presidente della Lega delle Autonomie locali in Campania, un difensore convinto dell’Irpinia, sempre accanto degli amministratori del dopo terremoto nella battaglia sulla legge 219/81 in favore dei paesi colpiti dal sisma del 23 novembre 1980. Ho avuto il piacere di collaborare con lui nel partito e da sindaco e lo ricorderò sempre con la stima e l’affetto dovuti a un uomo della sua cultura politica e della sua eleganza. Alla moglie Annamaria e ai due figli, esprimo tutta la mia vicinanza e il mio affetto”.

Il segretario generale della Cgil Franco Fiordellisi è vicino alla famiglia di Stefano, “che è stato un importante segretario generale della Camera del Lavoro Cgil Avellino. La sua militanza, la sua passione sono stati importanti nella seconda metà degli anni ’50 e per quasi tutti gli anni ’60 per la formazione e la strutturazione della Cgil Irpina” continua il segretario Fiordellisi. “Anni di lotte e di dure battaglie sindacali che seguirono la vicenda dell’occupazione delle terre e la ricostruzione della democrazia e della partecipazione dopo il ventennio fascista. Tutta la Cgil Avellino non ha dimenticato il lavoro fatto da Stefano Vetrano, riposi in Pace.”

La CdLT Cgil Avellino si stringe alla famiglia Vetrano, la moglie Annamaria, i figli Rossana e Geppino e ai nipoti per la scomparsa del compagno Stefano Vetrano Segretario Generale della Cgil Avellino dal 1956 al 1968 quando per il PCI fu eletto alla Camera dei Deputati, si ricordano di Stefano le lotte che riuscì ad organizzare il sindacato , la CGIL, nel Mandamento in particolare per le lavoratrici ed i lavoratori braccianti agricoli e nelle aziende di frutta.

Successivamente la sua capacità politico sindacale fu utile, nella qualità di Segretario Generale della Camera del Lavoro Territoriale Cgil di Avellino, ad organizzare le lotte per affermare orari e salari dignitosi anche nelle altre aziende Irpine. Le sue e le tante battaglie della Cgil di Avellino di quegli anni ci condussero poi allo Statuto dei Lavoratori del 1970. La Camera del Lavoro di Avellino per tutto quanto fatto e rappresentato dal compagno Stefano Vetrano lo ringrazia ancora e che la terra gli sia lieve.