Montoro Superiore, presentazione della consulta delle associazioni

10 dicembre 2011

Il Delegato alle Associazioni del Comune di Montoro Superiore, Antonio Parrella informa che si terrà sabato 17 dicembre alle ore 16.30 presso la sala conferenza del Convento Santa Maria degli Angeli alla frazione Torchiati la presentazione ufficiale alla comunità e alla stampa della Consulta delle Associazioni del Comune di Montoro Superiore. A seguito della delibera di Consiglio Comunale che ha istituito l’Albo delle Associazioni si è costituita anche la Consulta delle Associazioni, in quanto il Comune di Montoro Superiore individua nella Consulta Comunale delle Associazioni e del Volontariato, lo strumento idoneo per la promozione e il coordinamento di attività ed iniziative capaci di realizzare, con i cittadini e le Istituzioni operanti sul territorio con analoghe finalità, le sinergie necessarie al perseguimento di obiettivi condivisi. La Consulta si ispira ai principi sanciti dalla Costituzione e ai valori morali e civili di solidarietà, di collaborazione e di pace. Attraverso lo sviluppo di una cittadinanza attiva e responsabile vuole favorire la crescita sociale e culturale dei cittadini, ponendo particolare attenzione alle fasce sociali più deboli e svantaggiate. Le Associazioni che parteciperanno alla costituzione, in questa prima fase sono: Associazione SS. Valentiniano e Rocco, Montoro Historic Car Club, A.S.C. Convivendum S. Eustachio, Pro Loco Montoro, Pro Loco Banzano, Associazione Bensano, Nuova Associazione SS. Salvatore Onlus, ASD Kagida, Associazione Cacciatori, ASD Polisportiva Intermontoro, Comitato Cittadino Banzano, Associazione Lo Jullare, Pro Civis Montoro, Associazione Radio Raffaella Uno e Associazione SS. Pietro e Paolo. Prima della firma dell’atto costitutivo ogni associazione presenterà alla comunità e alla stampa il proprio fine sociale e le proprie attività, oltre che ci sarà un momento di intrattenimento con l’esibizione di alcune associazioni. L’introduzione e il saluto saranno del Sindaco Avv. Francesco de Giovanni. Primo atto unitario della Consulta è anche la presentazione di un cartellone di iniziative comuni per il prossimo Natale dal titolo: “ Montoro, Natale e Tradizioni – Calendario di iniziative che rivivendo le tradizioni natalizie ci ricordano quanto è bella la nostra terra di Montoro anche sotto la neve”. Si tratta di un primo esperimento comune al fine di valorizzare le attività delle singole associazioni nell’ambito di un calendario di manifestazioni unico. Il Delegato alle Associazioni, Antonio Parrella: “Il Comune di Montoro Superiore, riconosce il ruolo dell’associazionismo come espressione di impegno sociale e di autogoverno della società civile e intende valorizzarne la funzione, coerentemente con il principio costituzionale della sussidiarietà. Considera la sua presenza e radicamento sul territorio, una risorsa fondamentale capace di rappresentare i bisogni dei cittadini ed efficacemente interagire con l’Amministrazione nella definizione e realizzazione delle politiche sociali, di sviluppo della cultura, di tutela della salute e dell’ambiente, di valorizzazione del territorio e delle sue tradizioni. Il mio impegno è stato quello di mettere attorno ad un unico tavole le associazioni che sono attive sul nostro territorio al fine di valorizzare le singole realtà nell’ambito di iniziative comuni, e per la verità ho trovato un terreno fertile nei rappresentati di queste associazioni. Gli obiettivi che si pone la Consulta sono ambiziosi, mi auguro che si possano realizzare, anche se devo constatare che i rappresentati di queste associazioni sono animati da una voglia di valorizzare il nostro territorio che fa ben sperare per il futuro. Invito tutti a prendere parte a questa prima iniziativa della Consulta al fine di rendersi conto di quanto è attivo l’associazionismo sul nostro territorio. Infatti se immaginassimo di eliminare improvvisamente dalla nostra comunità le associazioni e le pro loco, in pratica la parte più viva e più attiva della società sarebbe improvvisamente una comunità più triste, più difficile da vivere, più complessa da amministrare. Probabilmente sarebbe impossibile viverci.”